QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Passo Tonale, record di passaggi sulle cabinovie. Delpero: “Cima Presena è un grande richiamo”

sabato, 26 agosto 2017

Passo Tonale – Assalto al Presena. L’estate 2017 passerà alla storia per l’incremento esponenziale di passaggi sulle due cabinovie – quella dal Tonale a Passo Paradiso e la più recente da Passo Paradiso a Cima Presena – con punte di 3mila passaggi in alcuni giorni e una crescita rispetto all’estate 2016 che era già stato da record.

“E’ un’ottima stagione – racconta Giacinto Delpero (nel video sotto), presidente della Carosello, la società che gestisce impianti al Passo Tonale e Presena – che ha registrato un incremento del 30% di passaggi nel mese di luglio e un ottimo andamento ad agosto”. I dati sono suffragati dai piazzali della cabinovia rossa del Tonale sempre strapieni e incolonnamenti davanti alla biglietteria e un tempo di attesa – in alcuni giorni – di circa 30 minuti per salire in quota. “I due impianti – prosegue Delpero – ci stanno dando grandi soddisfazioni e sono gli effetti degli interventi effettuati negli ultimi tre anni, che hanno portato a un riassetto dell’area del Presena, con il modernissimo impianto”.

Turisti ed escursionisti salgono in alta quota, non solo per fuggire dal gran caldo, ma per osservare dall’alto le vette dell’Adamello e della Presanella oppure per percorrere itinerari impossibili da raggiungere per una parte di escursionisti fino a qualche anno fa. “Ad esempio – aggiunge Giacinto Delpero – lo stupendo itinerario “Sentiero dei Fiori”, sul versante che dal Presena porta alla Capanna Lagoscuro è stato sistemato e migliorato dal Sat Trentino con un tracciato meno impegnativo raggiungibile dall’arrivo del nuovo impianto e questo permette a un maggior numero di persone di raggiungere quei luoghi dove si è combattuta la Prima Guerra Mondiale, con un itinerario e un colpo d’occhio eccezionale”.

I due impianti funzioneranno fino al 24 settembre e ci saranno nuove opportunità per gli appassionati di montagna. Intanto non mancano i progetti per il futuro e uno di questi sarà realizzare un osservatorio sulle cime delle Alpi centrali in grandi di attrarre un numero sempre maggiore di turisti.

VIDEO


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136