QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Passo Tonale: al via la Festa della Fratellanza. Entusiasmo per gli Original Tiroler Kaiserjägermusik

sabato, 23 agosto 2014

Passo Tonale –  Via alla 37esima edizione della Festa della Fratellanza in programma fino a domani sera al Passo Tonale.  La Festa, di per sé un incontro di straordinario valore simbolico, all’insegna della pace e della memoria, si carica quest’anno di un significato ancora più forte, cadendo nel centenario dallo scoppio della Grande Guerra.

Stasera al passo del Tonale, sotto il tendone allestito vicino al Sacrario MilitarFratellanza 1e è iniziata la cerimonia di apertura, poco dopo le 19, con la cena e cui hanno fatto seguito gli interventi del presidente emerito del Senato, Franco Marini, del  sindaco di Vermiglio, Anna Panizza, il senatore Franco Panizza e il presidente del Consiglio Regionale Trentino,  Diego Moltrer.  La Festa sarà arricchita inoltre dalla presenza dell’ “Original Tiroler Kaiserjägermusik”, una delle più prestigiose e qualificate espressioni musicali del Tirolo e di tutta l’Austria, che è giunta con un’ora di ritardo per il traffico sull’Autobrennero e si è esibita in serata in un concerto che ha mandato in visibilio il pubblico che gremiva il tendone al Passo Tonale.

La marcia, che l’ha resa celebre e che fu scritta da Karl Mühlberger alla fine del XIX secolo, salutò i soldati che partirono dal Trentino con la divisa grigio-azzurra verso il fronte della Galizia nel 1914. La “Original Tiroler Kaiserjägermusik” sarà anche a Passo Paradiso, dove sarà possibile ascoltare il loro repertorio, che racconta di un passato comune e di un futuro per un’Europa sempre più unita.

Nei discorsi ufficiali è stata ricordata la Famiglia Serra, in particolare la signora Pina e al figlio Achille, che ha raccolto e valorizzato, con grande passione e costanza, la preziosa eredita morale del padre Emilio.”L’augurio – ha sottolineato il presidente emerito del Senato, Franco Marini – è trascorrere due giornate di riflessione sul passato, ma anche di gioia e compiacimento, perché oggi sui luoghi della guerra e degli scontri mortali ci si ritrova per costruire rapporti di amicizia, per rinnovare il nostro impegno per la pace fra i popoli. Il sacrificio dei giovani soldati che qui hanno combattuto ci deve essere ogni giorno da monito, perché solo attraverso la fratellanza ci puo’ essere una vera crescita per l’intera umanità”.

Il sindaco di Vermiglio Anna Panizza ha invece ricordato i sacrifici in termini di vite umane della Grande Guerra e il ricordo di quanto avvenne 100 anni fa. “Oggi – ha detto Anna Panizza – quegli eventi ci devono unire e la Festa della Fratellanza è un momento importante per le nostre comunità”. “Ricordare la Prima guerra mondiale a cento anni dallo scoppio – ha commentato a sua volta il presidente del Consiglio regionale Diego Moltrer – significa potersi rivolgere al passato con uno sguardo nuovo, privo di retorica e ideologia, forti di una identità che siamo nel tempo riusciti in gran parte a ricostruire. Grazie ad un percorso durato diversi decenni, oggi possiamo finalmente guardare ai nostri caduti, a prescindere dalla bandiera per la quale combatterono, con orgoglio. Per noi trentini e sudtirolesi le conseguenze del conflitto si sono prolungate per molto tempo: gli anni del dopoguerra con la memoria dei caduti cancellata, la difficile ricostruzione, il recupero di una identità. Oggi possiamo finalmente guardare ai nostri caduti, a prescindere dalla bandiera per la quale combatterono, con orgoglio”.

LA STORIA

Agosto 1914 – 2014, cent’anni dallo scoppio della Grande Guerra: a Passo Paradiso ritorna la Festa della Fratellanza, tradizionale appuntamento di amicizia e fratellanza tra nazioni e popoli. Nata grazie alla lungimiranza ed alla volonta’ di Emilio Serra e Kurt Steiner,  e’ divenuta nel tempo un momento di straordinario valore simbolico, un pellegrinaggio di pace che richiama migliaia di persone nei luoghi che videro la sofferenza e la morte di tanti soldati, su entrambi i fronti. In questo 2014, anno in cui cade l’anniversario di un conflitto che ha profondamente segnato anche la storia di questa parte dell’arco alpino, la Festa assume un significato ancora piu’  importante, rappresentando un’occasione per ricordare i feroci combattimenti e tutti i coloro che vi caddero, uniti al di la` di ogni confine geografico ed ideologico.

IL PROGRAMMA 

Domani sul ghiacciaio della Presena si terrà la sfilata fino al monumento della Fratellanza, con la partecipazione delle autorità, dei rappresentanza dei gruppi Kaiserschützen, Kaiserjäger e Standschützen, delle Compagnie Schützen, della Croce Nera Austriaca, dei Gruppi Alpini, delle Associazioni ex Combattentistiche e delle associazioni di volontariato della Val di Sole e della Val Camonica. Quindi la messa al Passo del paradiso e la deposizione delle corone. Alle 13 infine la sfilata conclusiva dalla telecabina al tendone e deposizione corone all’Ossario dei Caduti.

ore 7 – Passo Tonale

Ritrovo presso la telecabina per il ghiacciaio Presena

 

ore 10 – Ghiacciaio Presena
Sfilata con il Corpo bandistico Ossana-Vermiglio fino al monumento alla Fratellanza, con la partecipazione delle Autorità, dei rappresentanti dei Gruppi Kaiserschützen, Kaiserjäger e Standschützen, delle Compagnie Schützen, della Croce Nera Austriaca, dei Gruppi Alpini, delle Associazioni ex Combattentistiche e delle associazioni di volontariato della Val di Sole e della Val Camonica

ore 10.45 – Passo Paradiso

Introduzione dell’ ”Original Tiroler Kaiserjägermusik” alla Santa Messa celebrata dal Cappellano militare, padre Giorgio Valentini, con la partecipazione del Coro S. Maria Assunta di Tassullo. Salva d’onore della Compagnia Schützen Val di Sole e deposizione corone al monumento della Fratellanza

ore 13 – Passo Tonale

Sfilata conclusiva dalla telecabina al tendone e deposizione corone all’Ossario dei Caduti

 

ore 13.45
Pranzo presso il tendone


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136