QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Orso in Trentino: andare per i boschi si può! Seguendo i consigli degli esperti

martedì, 18 luglio 2017

Pinzolo – Andare per i boschi si può, anche in presenza dell’orso; ma è importante seguire gli utili consigli degli esperti. Conoscenza, esperienza e prudente adeguamento delle abitudini possono infatti ridurre notevolmente i potenziali rischi legati alla presenza del plantigrado sulle nostre montagne. Da questi presupposto muove l’ennesima iniziativa di comunicazione sull’orso, varata dalla Provincia autonoma di Trento. Un nuovo depliant, in inglese e italiano, pubblicato sul sito orso.provincia.tn.it e disponibile anche su carta da questi giorni, spiega in modo sintetico, semplice e chiaro come comportarsi in caso di un incontro ravvicinato con un orso. La pubblicazione è stata realizzata nell’ambito delle attività di comunicazione messe in atto da tempo dalla Provincia nella campagna informativa “Conosci l’orso bruno”, per favorire la convivenza con il plantigrado.

Orso 10Il nuovo depliant è uno strumento di comunicazione che precisa ancor più nel dettaglio i comportamenti da tenere in caso di incontro ravvicinato con il plantigrado, già riportati dal sito della Provincia a partire dal 2003, ad esempio in “L’orso bruno è pericoloso?” e in “Come comportarsi nelle aree di presenza dell’orso?”. Questo anche alla luce delle ulteriori conoscenze raccolte in tutto il mondo sul tema negli ultimi 15 anni. Il testo è stato elaborato in stretto raccordo con i maggiori esperti internazionali in materia, ed è stato approvato dallo Human-Bear Conflicts Expert Team del Bear Specialist Group dell’IUCN/SSC (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura).

Gli orsi bruni europei – ci ricorda la pubblicazione – temono gli uomini e tendono a evitarli. Bisogna però ricordare che sono animali selvatici che possono manifestare comportamenti aggressivi per difendersi, per proteggere la prole o se vengono colti di sorpresa.

La prima raccomandazione che si fa è dunque quella di prestare attenzione e di cercare di evitare incontri a distanza ravvicinata. Bisogna far sentire la nostra presenza (es. usando la voce o battendo le mani) quando ci troviamo in un bosco frequentato dagli orsi.
La brochure (che è anche allegata a questo testo) riporta gli utili consigli da seguire per gestire un eventuale incontro ravvicinato con l’animale.

Per approfondire:

https://orso.provincia.tn.it/Comunicazione/Materiale-informativo/ORSO-come-comportarsi-in-caso-di-incontro-ravvicinato

https://orso.provincia.tn.it/content/download/13928/243186/file/Brochure_Incontro_Orso_ENG_definitivo.pdf


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136