QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ondata di maltempo in Trentino: Protezione civile al lavoro anche oggi

giovedì, 14 agosto 2014

Malè – Giornate molto impegnative ieri e questa mattina per la Protezione civile del Trentino che ha operato su vari fronti, per monitorare la situazione ed affrontare eventuali emergenze. Ha preoccupato, in particolare, l’aumento della portata di alcuni corsi d’acqua.fiume piena Edolo

L’ondata di maltempo che si è abbattuta sulla regione ha provocato l’aumento, in alcuni casi repentino, delle portate del fiume Sarca e di quelle del fiume Adige e, in modo meno marcato, del torrente Avisio in Val di Fassa, del torrente Cismon in Primiero, nonché del fiume Noce nell’alta Val di Sole.

In particolare, il fiume Sarca ha raggiunto il colmo dell’evento a Spiazzo con un’altezza idrometrica di 2,68 m (il massimo registrato – a decorrere dal 1994 – è stato di 3,74 m nel 1999), mentre il fiume Adige ha visto il proprio colmo posizionarsi, nella sezione idrometrica di Trento, ad un un’altezza di 3,28 m (come è noto, il massimo registrato fu di 6,30 m nell’anno 1966). E’ stata inoltre attivata l’idrovora di Grumo (tre pompe per una portata di circa 15 mc/s) con lo scopo di abbassare i livelli della Fossa di Caldaro.

Il Dipartimento Protezione civile, il Servizio Prevenzione rischi (con i propri Ufficio Dighe e Ufficio Previsioni), il Servizio Bacini montani, il Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Trento, i Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari del Trentino (in particolare quelli delle Giudicarie e dell’Alto Garda e Ledro, nonché le relative Unioni Distrettuali), il Parco Adamello – Brenta, il Consorzio Trentino di Bonifica e le Amministrazioni comunali hanno operato congiuntamente ed in continuo contatto fra di loro per monitorare ed affrontare eventuali problematiche causate dal maltempo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136