QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Mobilità in Trentino, da oggi acquisto biglietti con smartphone. Gilmozzi: “Connessioni migliori”

lunedì, 16 marzo 2015

Cavalese – Da oggi su tutto il territorio provinciale avvio del servizio di l’acquisto dei biglietti con smartphone.  Migliorano le connessioni e l’integrazione tra vettori sulla linea Trento-Cavalese-Canazei. Ad annunciarlo l‘assessore provinciale ai trasporti Mauro Gilmozzi (nella foto durante un recente convegno): le corse gomma da e per Trento sono l'assessore Gilmozzi e la mobilitàattestate ad Ora (garantendo la prosecuzione dei collegamento da e verso Trento con i treni del servizio ferroviario regionale, pure quello cadenzato) e viene effettuato l’interscambio a Cavalese tra i bus di Sad, che effettua il collegamento da Ora a Cavalese, e Trentino trasporti esercizio, che effettua la tratta Cavalese-Penia, mantenendo peraltro una serie di collegamenti diretti  a Trento nei principali orari. Decisivo il coordinamento fra uffici tecnici del Trentino e dell’Alto Adige.

Inoltre si stanno dunque affinando le strategie per rendere ancora più efficace e gradito il servizio su una linea tanto importante come quella che collega Trento con le due valli dell’Avisio.

“In questi giorni – spiega l’assessore Gilmozzi, richiamando il lavoro tecnico degli uffici trentini assieme ai tecnici della Provincia di Bolzano – abbiamo ottenuto un ulteriore elemento di miglioramento delle connessioni offerte dai servizi, prevedendo un sistema di coincidenze più adeguato, in modo che l’utente non viva l’interscambio come un profilo negativo dell’offerta. Ma soprattutto, abbiamo lavorato affinché la tariffa pagata dall’utente nella tratta Ora-Cavalese sia la medesima, indipendentemente dal vettore utilizzato.

Il cittadino quindi pagherà la medesima tariffa sia salendo sui mezzi Sad che su quelli di Trentino trasporti esercizio”.

Ad oggi, in effetti, considerata la differenza tra i due sistemi tariffari, le tariffe sono per l’utente anche sensibilmente diverse. La Provincia di Bolzano ha convenuto di modificare il proprio sistema di bigliettazione software in modo che il costo sia omologo a quello trentino.

Entro metà aprile, dunque, il tempo necessario per gli adattamenti tecnologici, gli utenti beneficeranno di due novità: per il profilo tariffario l’applicazione di una tariffa uniforme, a prescindere da chi svolga il servizio (Sad o Trentino trasporti esercizio), tra Ora e Cavalese e viceversa; per le coincidenze sono stati rivisti i tempi di attesa per garantire migliori coincidenze a Cavalese tra Sad e Tte, creando un “cuscinetto” di oltre 10 minuti in direzione Ora e in direzione Penia, e prevedendo che per l’ultima corsa della sera Tte attenda fino all’arrivo effettivo della corsa Sad anche se con ritardo maggiore di 10 minuti.

“Si tratta di profili apparentemente marginali – chiosa Gilmozzi ma la percezione che l’utente deve avere deve essere quella di una piena integrazione tra sistemi, ovvero di un unico titolo di viaggio liberamente e uniformemente utilizzabile su qualsivoglia vettore. Anche da questi elementi passa l’idea di un trasporto pubblico accessibile e semplice: da piccoli e grandi accorgimenti, come quello appena ricordato, o come quello che abbiamo presentato la scorsa settimana, il servizio Open move per acquistare i biglietti di bus treni e corriere con lo smartphone, modalità semplice e appetibile soprattutto per l’utenza più’”tecnologica’ che, peraltro, costituisce un segmento sempre più vasto”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136