QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Val di Sole punta su piste ciclabili, bike sharing e MTB. Redolfi: “Faremo un salto di qualità”

lunedì, 30 maggio 2016

Malé – Il progetto bike sharing fa passi avanti ed entro l’estate vedrà la luce sull’intero tragitto da Caldes a Pellizzano, mentre all’orizzonte c’è il prolungamento della pista ciclabile da Fucine al Passo Tonale.

La Comunità Valle di Sole guarda oltre e punta anche ad ampliare l’attuale pista ciclabile. Ne abbiamo parlato con il presidente della Comunità, Guido Redolfi (nella foto sotto). “E’ un grande sogno – spiega Redolfi – il collegamento con la ciclabile di tutta la Valle di Sole: l’ideale sarebbe collegare Cles al Tonale, offrendo occasioni di divertimento, ma anche  tappe per visite culturali o brevi soggiorni ai cicloturisti”.

“In quest’ottica – spiega Redolfi – puntiamo su un turismo sostenibile e tra i progetti che abbiamo messo in campo c’è il bike sharing, un servizio di noleggio di biciclette”.

Il progetto denominato “Bike sharing e.motion Val di Sole” si concretizzerà entro agosto-inizio settembre e l’inaugurazione avverrà molto probabilmente in contemporanea con i Mondiali di MTB di settembre.

Guido Redolfi1

E’ previsto un servizio noleggio biciclette utilizzabili in maniera integrata con la ferrovia. Il comitato esecutivo della Comunità Valle di Sole ha approvato il progetto, predisposto dalla cooperativa Quater di Trento, con un costo di 156 mila euro finanziato dalla Provincia di Trento. “Il progetto – aggiunge il presidente della Comunità Valle di Sole – si è sbloccato quest’anno e i tempi di realizzazione sono brevi: prevediamo quattro stazioni di posteggio e di ricarica da 8 posti e 20 biciclette a pedalata assistita, con motore elettrico, che verranno messe a disposizione della collettività”. Le quattro stazioni saranno a Caldes, vicino alla stazione della linea ferroviaria Trento-Marilleva, a Malé accanto alla piscina comunale, a Mezzana vicino alla nuova stazione, e a Pellizzano, presso il bicigrill.

La Comunità Valle di Sole guarda comunque oltre e sono già stati definiti i tempi: nel 2017 progettazione esecutiva del tratto Fucine Tonale con relativo appalto, avvio dei lavori nel 2018. “La pista ciclabile della Val di Sole – aggiunge Guido Redolfi – è molto apprezzata e un’attrattiva per i turisti, ma nelle nostre intenzioni intendiamo compiere un salto di qualità e creare veri e propri collegamenti dove i turisti possano spostarsi in bicicletta su percorsi protetti”.

Attualmente la pista ciclabile è da Caldes a Pellizzano e in val di Pejo arriva fino a Cogolo. Per collegare l’intera vallata, oltre al tratto Fucine-Passo Tonale, ci sono i tratti da Cogolo- Pejo e la Val di Rabbi. Le opere – visto che il costo complessivo dell’ampliamento della pista ciclabile è attorno ai 5 milioni di euro – saranno realizzate in tempi diversi. Il primo lotto sarà sicuramente quello che unirà Fucine ai laghetti di Vermiglio.

“L’impegno della Comunità di Valle – conclude il presidente Redolfi – è offrire servizi innovativi e nel rispetto dell’ecosistema a residenti e turisti. Con la pista ciclabile e i percorsi ad anello per mountain bike realizzati in tutta la valle, certificati secondo la nuova normativa, garantiamo oltre 300 chilometri di percorsi, a stretto contatto con la natura”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136