QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

L’escursione consigliata: dalla Malga Valbiolo al passo Contrabbandieri

sabato, 31 agosto 2013

Passo Tonale – L’escursione consigliata è al Passo dei Contrabbandieri, 2.681 metri, punto d’incontro della Val Albiolo con la Val Montozzo e sede in tempo di guerra di un importante avamposto italiano: da questa base partirono i numerosi attacchi italiani al “Torrione” e ancora oggi sono importanti e visibili i resti di costruzioni, trincee, caverne per ricovero dei soldati e piazzole per le artiglierie. La cresta che abbiamo percorso in precedenza salendo al “Torrione” è ben visibile in buona parte della sua estensione: il Passo dei Contrabbandieri è un ottimo punto di osservazione per capire l’andamento di questo tratto di fronte.

LO SPARTIACQUE

E’ un luogo dal quale  l’occhio spazia veramente a 360°  e diventa punto di partenza o di arrivo, a seconda della direzione che si prende, per l’Albiolino e poi per il Torrione d’Albiolo o Monte Tonale Orientale; le possibilità come vedete sono molte.  Il percorso è dal passo Tonale alla malga Valbiolo per comoda e accessibile strada sterrata, dove si possono trovare delle marmotte  e anche due aquile che sono tornate dopo anni nella zona. Una volta parcheggiato, si sale la pista da sci fino ad arrivare alla stazione di arrivo dell’omonima seggiovia “dei contrabbandieri”. C’è da dire che i polpacci così a freddo vengono messi da subito a dura prova. La salita è sì ripida, ma con dei classici zig-zag diagonali; poi il passo e il fiato si fanno regomarmotta_pejolari e si arriva presto in vista del Passo (visibile da un grande ometto e i segnavia). Lasciata infatti sulla destra l’arrivo della seggiovia, dopo un pianoro che rilassa fiato e gambe, si inizia il tratto finale che in mezzo alla roccia porta alla meta: i 2.681 metri del Passo dei Contrabbandieri. Totale, con passo regolare e qualche sosta per fotografare il gruppo della Presanella, costantemente alle nostre spalle ( la Nord è bellissima…), il tempo impiegato è di circa un’ora e mezza. Le tracce della Grande Guerra sono immediatamente visibili, tra trincee, avamposti di controllo e altro. E’ inoltre bellissima la vista che si ha verso la zona lombarda a strapiombo sotto di noi, con i resti di un importante villaggio militare italiano.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136