QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Incontro col presidente Mattarella, il senatore Panizza (Patt): “Garantire servizi per contrastare spopolamento della montagna”

mercoledì, 20 aprile 2016

Roma – Una delegazione dell’Uncem e dell’Intergruppo Parlamentare per lo Sviluppo della Montagna, di cui il senatore trentino Franco Panizza è vicepresidente, è stato ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (nella foto). Un’occasione importante per uno scambio d’opinioni sul tema della montagna. Il senatore Trentino  ha lanciato un messaggio per il rilancio della montagna.

panizza mattarella 1

“Garantire i servizi essenziali per contrastare lo spopolamento e mettere in campo una legislazione montagna per rendere la montagna competitiva. Perché le zone montuose sono una straordinaria risorsa che in alcun modo può essere trascurata, proprio come dimostra l’ultimo rapporto curato dalla Trentino School of Management che ho donato al Presidente Mattarella e dove si parla espressamente di una questione montagna per il nostro Paese”, è il commento del segretario politico del PATT, senatore Franco Panizza, che assieme a una delegazione dell’UNCEM e dell’Intergruppo Parlamentare per lo Sviluppo della Montagna, di cui Panizza è vicepresidente, è stato accolto dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

“Abbiamo illustrato al Presidente – sostiene Panizza – tutte le criticità del nostro territorio e le difficoltà dovute al venir meno di una serie di servizi essenziali che stanno mettendo in difficoltà il territorio. Nel prendere la parola, per portare l’esperienza delle autonomie dell’arco alpino, ho ribadito l’urgente necessità di un Collegato per la Montagna alla Legge di Stabilità, che, in altre occasioni, era stato annunciato dal Governo”. “Collegato che servirebbe da vera e propria legge quadro per dare alla montagna gli strumenti, in termini di sgravi e incentivi, ma soprattutto di semplificazione burocratica, necessari per ingaggiare e vincere la sfida dell’eccellenza e della qualità. Perché nella montagna oggi tante persone cercano una dimensione più umana, salubre, genuina, senza i ritmi frenetici della città”.

“Per svolgere questa funzione però ci vuole un quadro normativo che incentivi quella multifunzionalità necessaria per garantire servizi anche nei piccoli centri e rendere economicamente sostenibili le imprese – aggiunge Panizza -. Così come è evidente che in certi ambiti, come quello sanitario, non si possono adoperare gli standard dei territori di pianura, data la diversa orografia del territorio.  Allo stesso tempo ho sottolineato il valore di questi servizi, così come la funzione eroica che svolgono tanti commercianti, agricoltori, piccoli imprenditori, che continuano a credere nella montagna e così garantiscono una serie di servizi che il pubblico non vuole o non intende più garantire, come nel caso della chiusura di tanti uffici postali o il venir meno di servizi socio-assistenziali primari”.

“Da parte del presidente Sergio Mattarella – ha concluso il senatore Panizza –  ho riscontrato una grande attenzione e sensibilità a queste ed altre problematiche, in virtù anche della sua passata esperienza come parlamentare eletto in Trentino. Adesso proseguiremo come sempre con il nostro impegno nelle aule parlamentari e con il Governo. Ma l’attenzione dimostrata dal Presidente della Repubblica è sicuramente un fatto estremamente positivo”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136