QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Impianti di sci nelle stazioni lombarde, bando regionale da 5 milioni. Rossi: “Uniti per rilanciare la montagna”

lunedì, 11 gennaio 2016

Milano – Torna il sorriso. In montagna è nevicato e per gli impiantisti arrivano le agevolazioni. Il nuovo bando è stato illustrato oggi dall’assessore regionale allo Sport, Antonio Rossi.

“Sono molto soddisfatto dell’incontro che si è tenuto questa mattina tra Regione e i gestori degli impianti di risalita, Anci, Comunità Montane, Anef, Federfuni, Finlombarda e numerosi sindaci per la presentazione del nuovo bando dedicato all’assegnazione di agevolazioni finanziarie per i comprensori sciistici lombardi. Tutti i protagonisti della montagna sono pronti a fare il massimo per rendere ancora più attrattivo il turismo in Lombardia e cercare di destagionalizzare il ruolo degli impianti di risalita”, è il commento dell’assessore allo Sport di Regione Lombardia Antonio Rossi.Impjanti risalita -Rossi

L’INTERVENTO Regione mette a disposizione 5,2 milioni di euro destinati a soggetti pubblici o privati, proprietari e/o gestori di impianti di risalita funzionali alla pratica dello sci, presenti sul territorio regionale, in forma singola o aggregata mediante contratti di rete.”I nostri obiettivi – prosegue Rossi – sono il miglioramento, l’adeguamento e la messa in sicurezza degli impianti di risalita e delle piste con lo scopo finale di migliorare l’attrattività turistica dei comprensori sciistici, permettendone l’uso anche in periodi non invernali”.

IL CONTRIBUTO  Regione Lombardia concede un minimo di 40mila euro fino a un massimo di 400mila euro (500.000 euro per la forma aggregata) in base alla tipologia e al numero di impianti del comprensorio.

AMPLIARE OFFERTA E SERVIZI - “Queste risorse – aggiunge l’assessore – potranno servire ad ampliare l’offerta e i servizi che i comprensori sciistici mettono a disposizione dei turisti, aumentando l’utilizzo degli impianti. Stagioni particolari come questa, in cui la neve naturale è stata molto scarsa e le temperature sono state alte anche per la produzione di innevamento programmato, possono segnare in modo significativo il trend turistico invernale”.

PERCORSO A FAVORE DELLA MONTAGNA - “L’iniziativa – conclude l’assessore Rossi – rientra in un percorso che Regione sta portando avanti a favore della montagna. È al vaglio un progetto per uno skipass a tariffa agevolata per i ragazzi e nei mesi scorsi abbiamo stanziato 2.200.000 euro per i sentieri e 450.000 per le falesie. Mi rendo conto che possano sembrare risorse finanziarie irrisorie, ma, in questo particolare momento politico e sociale, sono il massimo che Regione può mettere a disposizione in relazione agli importanti tagli governativi”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136