QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Impianti a fune e piste da sci, modificato il regolamento in Trentino

sabato, 9 luglio 2016

Pejo – Anche in Trentino sarà possibile la costruzione di nuove piste da slittino e l’utilizzo delle snowbike, le biciclette da neve: lo prevedono le modifiche al regolamento di esecuzione della legge provinciale sugli impianti a fune approvate oggi dalla Giunta provinciale, su proposta dell’assessore al turismo Michele Dallapiccola.madonna di campiglio graffer sci impianti seggiovia

“In attesa di rivedere in modo più completo l’intera normativa per le piste e gli impianti – spiega l’assessore Dallapiccola – abbiamo pensato di introdurre queste novità e di semplificare gli adempimenti che gravano sulle imprese concessionarie, sia quelli strettamente burocratici, come l’invio della documentazione periodica necessaria per i controlli di sicurezza, sia in relazione agli adeguamenti richiesti dal continuo sviluppo di un settore altamente tecnologico come questo”.

Per quanto riguarda gli slittini, con le nuove disposizioni l’esecutivo trentino si propone di introdurre una nuova disciplina per regolare un settore, che nella vicina provincia di Bolzano conta decine di percorsi già utilizzati.

Nelle nuove norme sono compresi sia l’obbligo dell’utilizzo del casco sugli slittini per i minori di 14 anni che l’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza tale da evitare collisioni, mentre il sorpasso può essere effettuato solo con condizioni di buona visibilità e nei tratti rettilinei.

Con la modifica di oltre cinquanta articoli, è stata aggiornata inoltre la legislazione tecnica che si applica ai circa 240 impianti di risalita esistenti sul territorio provinciale che, con una lunghezza complessiva di quasi 250 chilometri, fanno del Trentino, assieme all’Alto Adige, un territorio leader a livello nazionale ed europeo per il turismo invernale. Dopo una adozione preliminare da parte della Giunta, il provvedimento è stato sottoposto alla competente commissione permanente del Consiglio provinciale e oggi è stato approvato definitivamente dall’esecutivo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136