QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Giro d’Italia: il maltempo incombe ma è tutto pronto per la 16esima tappa Ponte di Legno-Val Martello. Atteso un nuovo sopralluogo

lunedì, 26 maggio 2014

Ponte di Legno – Nebbia e qualche timido fiocco di neve mista acqua in quota: queste le condizioni odierne al Passo Gavia e al Passo dello Stelvio. Gli organizzatori monitorano la situazione meteo ora per ora, come annunciato ormai da dieci giorni: a Ponte di Legno è tutto pronto comunque per ospitare l’inizio della tappa. ”I sopralluoghi odierni hanno dato esito positivo, al momento la tappa è confermata. Domani mattina ci saranno nuovi riscontri”: queste le dichiarazioni di nel pomeriggio di Stefano Allocchio, Direttore di corsa.passo dello stelvio neve giro d'italia  

Ieri proprio le condizioni meteo hanno creato polemica tra il direttore del Giro Mauro Vegni e Beppe Saronni, direttore sportivo della Lampre. Il pericolo è rappresentato dalle discese di Gavia e Stelvio: gli appassionati sono in apprensione.

TUTTO PRONTO IN VAL MARTELLO
La Val Martello è pronta per il suo debutto in “rosa”. Domani la 16.a tappa del Giro d’Italia, la Ponte di Legno – Val Martello di 139 km porterà la Corsa Rosa in Alto Adige e sicuramente sarà una delle frazioni più entusiasmanti dell’intera edizione 2014 del Giro. Infatti, dopo lo start da Ponte di Legno, i corridori dovranno affrontare due vere e proprie salite monumento come il Passo Gavia ed il Passo dello Stelvio che con i suoi 2758 metri d’altitudine è anche la Cima Coppi di quest’edizione del Giro. Lo Stelvio segnerà l’ingresso della corsa in Alto Adige e i 48 tornanti della lunga discesa porteranno i “girini” in Val Venosta, dove l’unico tratto di pianura di giornata farà da preludio all’erta finale. L’arrivo della Val Martello, novità assoluta sulle strade della Corsa Rosa, è posto in cima alla “valle delle fragole” a 2059 metri di quota e sarà raggiunto dopo un’ascesa che misura 22,3 km e presenta un dislivello di quasi 1400 metri. La salita comprende tratti impegnativi (le pendenze massime raggiungono il 14 %) alternati a sezioni in cui si può rifiatare. Gli ultimi quattro chilometri sono davvero spettacolari: dopo aver costeggiato il Lago di Gioveretto una serpentina di tornanti porterà alla finish line del Rifugio Genziana nell’Alta Val Martello, ai piedi delle immacolate vette del Parco Nazionale dello Stelvio. Oggi ai 2059 metri del traguardo la temperatura era di 5° e nel pomeriggio una leggera pioggerellina ha lasciato spazio alle schiarite, dunque non dovrebbero esserci particolari problemi in vista di domani per quanto riguarda la salita conclusiva.
Per la Val Martello si tratta di una première sulle strade del Giro e, come avvenuto nei giorni scorsi a Oropa e a Plan di Montecampione, le rampe della “valle delle fragole” saranno teatro di una grande sfida fra i tanti protagonisti del Giro. Come in tutti i tapponi del Giro che si rispettino, lungo i tornanti della Val Martello fanno già capolino le prime tende e i primi camper dei tifosi che fin da oggi hanno già voluto assicurarsi un “posto in prima fila”. Per assistere alla battaglia per la Maglia Rosa tutti gli appassionati potranno arrivare sulle rampe della Val Martello anche domani grazie al servizio di bus navetta predisposto dal comitato locale di Vinschgau Marketing. A partire dalle ore 8.00 gli shuttle gratuiti viaggeranno dalla stazione ferroviaria di Coldrano sino al Ristorante Waldheim, mentre dalle 11.00 alle 14.00 altre navette arriveranno sino alla frazione di Trattla. Per il rientro a Coldrano a tappa conclusa il servizio navette riprenderà dalle ore 18.00. Inoltre è disponibile un servizio taxi a pagamento per arrivare dal Ristorante Waldheim sino al traguardo del Rifugio Genziana. Gli orari dei bus navetta sono consultabili e scaricabili dal sito www.giroditalia-valvenosta.net La strada che porta all’Alta Val Martello è stata chiusa al traffico oggi, mentre sino alle 13.00 di domani il transito sarà consentito fino alla frazione di Ganda.
Prima dell’ascesa finale il Giro passerà dalla Val Venosta e a Silandro sarà posto il traguardo volante Mela Val Venosta. Silandro, dalle 14.00 alle 19.00, ospiterà l’Open Village con i tanti stand pubblicitari della carovana rosa e inoltre, presso la Casa Culturale “Karl Schönherr”, sarà installato un maxi schermo su cui sarà possibile seguire la tappa fin dalle sue fasi iniziali. Le strade percorse dalla carovana del Giro d’Italia in Val Venosta verranno chiuse al traffico due ore prima del transito dei corridori e verranno riaperte dopo il passaggio dell’ultimo corridore.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136