Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Freddo e gelo in arrivo a inizio 2019

lunedì, 31 dicembre 2018

Passo Tonale – L’atmosfera si sta preparando a subire importanti cambiamenti, attesi proprio con l’inizio del nuovo anno. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che nell’ultimo giorno dell’anno il primo ingresso di aria più fredda da Nord e Nordest causerà un peggioramento del tempo sul medio e basso Adriatico, coste ioniche e Sicilia settentrionale con piogge sparse e nevicate in collina. Il giorno di Capodanno sarà una giornata piuttosto soleggiata su gran parte delle regioni, con clima freddo e venti forti settentrionali al Sud. Sarà da Mercoledì 2 Gennaio che lo scenario meteorologico muterà radicalmente. Un’impetuosa e violenta irruzione di aria gelida di origine artico-continentale raggiungerà l’Italia.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it avverte che i gelidi venti soffieranno fortissimi sul medio e basso Adriatico, sul Tirreno e sullo Ionio e saranno forieri di nevicate fin su coste e pianure di Marche, Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata e possibili anche sulla Sicilia settentrionale e in Calabria. Con i venti forti, la neve cadrà sotto forma di bufera a partire da Giovedì 3 e poi Venerdì 4 Gennaio. Per quanto riguarda invece le temperature, si registrerà un crollo termico di 15°C con valori massimi di 0-2°C su tutto il Sud, fino a 5°C a Roma e sul resto del Nord. Gelate notturne intense al Nord con -6°C in pianura, fino a -25°C a 2500 metri e valori sottozero anche sul resto d’Italia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136