QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

FIAVET, le agenzie di viaggio in assemblea: dati e tendenze

giovedì, 4 maggio 2017

Trento – Si è tenuta ieri, nel primo pomeriggio, l’assemblea annuale di Fiavet Trentino – Alto Adige, l’associazione aderente a Confcommercio Trentino che riunisce le agenzie di viaggio delle provincie di Trento e Bolzano.

sebastiano sontacchiIl presidente Sebastiano Sontacchi ha tracciato, nella sua relazione, il resoconto dell’attività svolta nel 2016 e affrontato lo stato di “salute” del settore, che da alcuni anni si trova a fare i conti con alcuni fattori – non solo la congiuntura economica negativa – che stanno modificando le abitudini di viaggio e degli spostamenti degli italiani e, con essi, dei trentini.  È stato dato grande risalto, nella riunione odierna, alla verifica della Commissione europea su un gran numero di siti web (352) che offrono servizi turistici come viaggi, prenotazioni e pacchetti vacanza. Avviato ad ottobre 2016, il rapporto della Commissione è stato presentato ai primi di aprile del 2017 ed ha evidenziato una situazione non proprio rosea per i consumatori: circa 2/3 dei siti proponevano contenuti non affidabili, o sotto il profilo dei prezzi o sotto altri aspetti nei quali i servizi proposti non erano chiaramente indicati al cliente.

«L’unico modo per poter verificare la reale convenienza della prenotazione online – ha commentato sul proprio portale l’ufficio di Bolzano del Centro Europeo Consumatori – è quella di confrontare attentamente i prezzi (ad esempio con quelli praticati da altri portali) e di controllare quanto costa lo stesso servizio prenotando direttamente sul sito della compagnia aerea, noleggio auto e via dicendo. Se invece vi sentite più “sicuri” affidandovi ad un interlocutore nella vostra vicinanza, avete bisogno di consulenza oppure volete chiedere ulteriori informazioni sulla destinazione o su disposizioni per il rilascio del visto etc., allora conviene prenotare il viaggio “offline” presso la vostra agenzia viaggi di fiducia».

Sontacchi ha presentato anche gli esiti del consueto sondaggio che, ad inizio stagione estiva, l’associazione propone a campione ai propri soci per conoscere le tendenze delle prenotazioni per i prossimi mesi da parte dei trentini che si rivolgono alle agenzie. «Il 2017 – riassume il presidente Sontacchi – sembra essere iniziato con una consistente ripresa, che speriamo si mantenga anche nei mesi prossimi e non venga “bastonato” dai continui allarmi sicurezza/terrorismo. Il periodo di crisi, tuttavia, continua e far rimanere ancora nell’incertezza il settore».

«Le destinazioni estate richieste e prenotate fino ad ora sono l’Italia (con Sardegna e Puglia in primo piano), il Mediterraneo (anche in crociera, Spagna insulare e Grecia,), Nord Europa (Norvegia, Capitali Europee, Russia) ed una leggera ripresa dell’Egitto (zona Mar Rosso); per il lungo raggio gli Stati Uniti, i Caraibi, il Sudafrica e la Namibia con l’Oceano Indiano (Mauritius, Madagascar, Maldive, Seychelles) e tour in estremo Oriente, tra cui la fa da padrone il Giappone. Nei primi mesi di quest’anno, si sta riscontrando un aumento dei viaggi in gruppo (si va dalla Sicilia, Basilicata, Grecia, capitali europee al Brasile, Cina, Alaska, eccetera), tour organizzati in pullman (prevalentemente per mezza età e a salire) e gruppi famigliari che viaggiano insieme (genitori con famiglie dei figli e famiglie con 1 bambino). Le coppie di giovani si rivolgono alle agenzie quasi solo per viaggi di nozze su destinazioni a lungo raggio. Si rileva anche un buon riscontro per i cammini a piedi e pellegrinaggi».

«Fino ad ora per le destinazioni già prenotate il budget di spesa è cresciuto rispetto all’anno appena trascorso, ma data la diversità delle destinazioni è difficile fare una media: si va dagli 800 a 1.200 euro per il mare a corto raggio di una settimana; dai 300 ai 3.000 euro per i tour organizzati (molto variabile a seconda della durata e della destinazione) si arriva anche a 8.000 euro a persona per viaggi più strutturati, Alaska, Cina, Brasile eccetera; per i viaggi di nozze la quota è indicativamente dai 3.500 ai 15.000 euro a persona».

«Per quanto riguarda la durata delle vacanze per il corto raggio, mare compreso, generalmente è di una settimana, mentre tour e viaggi di gruppo sono variabili dai 3 ai 10 giorni, a seconda della destinazione. Per il lungo raggio la durata si attesta sui 10-15 giorni, anche per il mare, e fino a 3 settimane per i viaggi di nozze».

L’assemblea di ieri è stata anche la prima per il nuovo Segretario dell’associazione, Jacopo Virgili, che da gennaio 2017 ha preso il posto di Renato Margoni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136