QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Boom di turisti nelle località della Val di Sole, Valle Camonica e Val Rendena. Tonale e Campiglio leader

martedì, 8 aprile 2014

Passo Tonale – La stagione sciistica è ormai agli sgoccioli e per le stazioni sciistiche è tempo di bilanci. Nella maggior parte delle località si potrà sciare fino a Pasqua.

DATI E TENDENZA

ADAMELLO SKI

La stagione sciistica proseguirà fino al 30 aprile (data ufficiale di fine stagione per il comprensorio Adamello Ssciare_tonale14ki), il bilancio è positivo. La vendita di skipass da 1 e 2 giorni, riferiti al turismo “pendolare” del bacino di Brescia, Bergamo e Milano, in calo di un 3%, fenomeno legato in parte alle forti nevicate che si sono verificate molto spesso a cavallo dei fine settimana di gennaio e febbraio, Invece gli skipass plurigiornalieri (5-7 giorni) è contraddistinta invece dal segno positivo, con una crescita che va oltre il 12%. Al buon andamento delle vendite degli skipass corrisponde un altrettanto positivo trend del comparto alberghiero. Buon andamento anche per gli skipass da 14 giorni, utilizzati soprattutto nel periodo natalizio e a carnevale. “Abbiamo registrato un buon andamento – dice Giovanni Malcotti, direttore di Adamello Ski – Possiamo rilevare un miglioramento rispetto all’anno scorso. E’ molto forte la presenza di turisti stranieri, alcuni provenienti da mercati nuovi per la nostra destinazione sciistica come la Russia, l’Ucraina, la Germania, la Svezia e l’Olanda. Abbiamo avuto un buon ritorno di inglesi e danesi e delle buone conferme da parte di Polonia e Repubblica Ceca.

VAL DI SOLE

Secondo quanto fornito dall’Apt in Val di Sole è stato registrato un incremento degli arrivi e delle presenze straniere con punte di del 6,6% a gennaio, 5,5% a febbraio e un ottimo marzo che in alcune settimana ha segnato incremento con valori superiori alle due cifre. Marilleva e Folgarida hanno avuto un ottimo trend, Pejo ha invece sofferto soprattutto a gennaio. Anche le Funivie Folgarida Marilleva hanno un segno positivo, con incremento dei settimanali (+9%) e una flessione nei skipass giornalieri. Invece Pejo Funivie ha un segno leggermente negativo.

MADONNA DI CAMPIGLIO

Nella località della Val Rendena, dove la stagione proseguirà fino al 27 aprile, i dati sono estremamente positivi, con incrementi a due cifre di presenze nel periodo natalizio e tra fine febbraio e marzo. Russi e inglesi le maggior presenze straniere, invece tra gli italiani sono lombardi, emiliani e toscani a farla da padroni. Incrementi anche nei passaggi sugli impianti da sci e Funivie Campiglio indica in un 6-7%. Ma il bilancio sarà tracciato a fine mese. Positivo anche l’andamento a Pinzolo.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136