QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Transalp: l’abbraccio di Mezzana e della Val di Sole ai bikers. Longo-Cattaneo puntano al podio

venerdì, 22 luglio 2016

Mezzana – La BIKE Transalp fa tappa in Val di Sole. Una delle gare più difficili, ma al tempo stesso avvincenti, ha richiamato il pubblico della grandi occasioni in Val di Sole, per l’arrivo di ieri e la partenza di oggi verso Trento.

Quella di ieri è stata la tappa più impegnativa dell’intera corsa: 86 chilometri di lunghezza e oltre 3000 metri di dislivello. Partenza da Bormio in Alta Valtellina, ascesa del Passo Gavia (2626 metri di quota), discesa sino a Pezzo, di nuovo salita verso il rifugio Bozzi, traversata verso Passo Tonale e la lunga discesa sino all’arrivo. Lo spettacolo dei bikers ha visto un folto pubblico all’arrivo, dove si terranno i Mondiali di Mtb a fine agosto e settembre. Oggi la partenza da Mezzana, giungendo a Malé e passando poi per la Val di Non raggiungendo l’arrivo nella città di Trento. La conclusione sarà ad Arco di Trento. (Nella foto la partenza da Mezzana)

Bike transalp Mezzana 1

LA GARA

I bikers italiani si stanno comportando bene:  Tony Longo e Johnny Cattaneo (Wilier Force Squadra Corse ) sono saliti sul podio sia a Bormio che a Mezzana. Ieri i due bikers hanno faticato sul Gavia, poi hanno rimontato nel finale chiudendo al secondo posto. In classifica sono quinti a circa 10 minuti dal terzo posto. Le ultime tappe saranno per loro determinanti.

In testa ci sono due austriaci, Hermann Pernsteiner e Daniel Geismayer, del team Centurion Vaude che sono i dominatori dell’edizione 2016 della Transalp. Hanno vinto quattro tappe e hanno percorso da Bormio a Mezzana in 3:52:09.

All’edizione 2016 della bike Transalp ci sono otto concorrenti della val di Sole che hanno avuto il tributo nella loro terra, a Mezzana, sia all’arrivo di ieri che questa mattina.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136