QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Allarme valanghe, vietato il fuoripista. A Bormio sciatore provoca slavina

venerdì, 12 gennaio 2018

Bormio – Allarme valanghe e fuoripista vietato sulle Alpi, almeno per i prossimi 3-4 giorni. Dopo le abbondanti nevicate d’inizio settimana il rischio valanghe è da marcato a elevato, tra 3 e 5, su tutto l’arco alpino.

Ricerche valanga 1

L’invito è quindi di evitare le sciate in fuoripista, mentre sulle piste battute non c’è alcun pericolo. Anzi, grazie alle ultime nevicate il manto bianco è perfetto in tutte le stazioni sciistiche. Si va da un minimo di 40 centimetri delle stazioni prealpine fino agli oltre due metri del Presena.

Intanto gli agenti della Polizia di Stato, in servizio sulle piste, sono al lavoro per rintracciare il pirata che ieri attorno a mezzogiorno, a Bormio a quota 2500 metri, a lato della pista “Bimbi al Sole” ha provocato una slavina con lo sci fuoripista.

La valanga, con un fronte di oltre cento metri, non ha interessato le piste. Non sono mancate le preoccupazioni: infatti è scattato l’allarme e, dopo la chiamata alla centrale operativa, sono iniziate le operazioni di bonifica per verificare che nessuna persona fosse stata travolta dalla slavina. A provocare il distacco della massa nevosa sarebbe stato uno sciatore che poi ha fatto perdere le sue tracce.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136