QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Addio Consorzio, Vermiglio e la Val di Pejo avviano una gestione associata della vigilanza boschiva

venerdì, 9 gennaio 2015

Vermiglio – Cambia la gestione del Consorzio di vigilanza boschiva e nasce una gestione associata. La decisione del Comune di Vermiglio e delle Amministrazioni Separate degli Usi Civici di Castello, Calledizzo, Celentino, Cogolo, Comasine, Pejo e Termenago è legata  alla possibilità di passare ad una forma <di gestione più semplice, pur con l’obiettivo di non vanificare, anzi rafforzare i principi di un più razionale possibile impiego dei custodi forestali su un ambito di sorveglianza che, per estensione e caratteristiche delle zone boscate, ne assicurasse una economica e funzionalmente gestione”.Forestali

Secondo gli Enti coinvolti “per le piccole comunità, l’aggregare competenze e risorse, rappresenta più che mai la strada necessaria per essere al passo con i tempi, facendo si che gli amministrati possano beneficiare di servizi adeguati, possano contare su profession

alità sempre più specializzate in grado di dare risposte adeguate, al pari di quello che accade nei centri di più grande dimensione, ciò senza perdere quella vicinanza verso la gente che ha contraddistinto il percorso fatto da tanti piccoli Comuni”.

LA NOVITA’

Da qui il cambiamento, con lo scioglimento del Consorzio di Vigilanza Boschiva Alta Val di Sole, con sede in Vermiglio, nato per la gestione della servizio di vigilanza boschiva sui territori dei Comuni di Vermiglio e delle Amministrazioni Separate Usi Civici di Castello, Celledizzo, Celentino, Cogolo, Comasine, Peio e Termenago, e l’avvio dal 2015  di una gestione associata del Servizio di Vigilanza Boschiva Alta val di Sole tra il Comune di Vermiglio e le  Amministrazioni Separate Usi Civici di Castello, Celledizzo, Celentino, Cogolo, Comasine, Peio e Termenago. Primo passo è stata la sottoscrizione delle convezione, poi l’avvio della razionalizzazione del servizio, con l’obiettivo di avviare un processo di riorganizzazione dell’attività.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136