Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Adamello Ultra Trail: bis di Jimmy Pellegrini a Vezza d’Oglio. Podio per Caldara e Manfredi

sabato, 24 settembre 2016

Vezza d’Oglio –  La terza edizione dell’Adamello Ultra Trail la gara di 180 chilometri  sui sentieri e camminamenti della grande guerra è stata vinta da Jimmy Pellegrini. ultratrial-adamelloL’atleta bolzanino bissa il successo del 2015  distanziando Guido Caldara e Luca Manfredi. Una gara avvincente, attraverso otto Comuni bresciani e trentini, che ha visto fin dall’inizio il bolzanino fare la differenza e il vuoto, mentre tra gli altri atleti c’è stato un gruppetto che si è alternato nei diversi passaggi e la classifica è stata definita nella lunga discesa da Pianaccio a Vezza d’Oglio (foto di Riccardo Selvatico & Ferrarifoto).

jimmy-pellegrini

Il cronometro si è fermato a 30h12’26” per Jimmy Pellegrini,  secondo il bergamasco Guido Caldara in 31h55’58”, terzo il lecchese Luca Manfredi in 33h19’14”. Quarti ex aequo il bresciano Luca Guerrini e il valtellinese Saverio Monti. A completare la classifica Wolfang Lohr, Daniele Settesoldi, Claudio Rossi, Mario Tevini e Kurt Nadler.

Adamello Ultra Trail atto terzo: un successo organizzativo, un’esperienza unica per i circa 90 ultra maratoneti, provenienti da 10 nazioni, che sono partiti ieri mattina da Piazza IV Luglio a Vezza D’Oglio per affrontare un lungo, lunghissimo viaggio di 180 chilometri, tra Lombardia e Trentino. Una corsa tra antichi borghi, sentieri panoramici, rifugi alpini e storiche mulattiere militari all’interno dei parchi nazionali dell’Adamello e dello Stelvio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136