QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Adamello, esercitazione dell’Esercito: recuperati 92 proiettili della Prima Guerra Mondiale

domenica, 19 giugno 2016

Carisolo –  Artificieri ed elicotteri dell’esercito sulle cime dell’Adamello, hanno prelevato 92 proietti da 75 millimetri, risalenti al Primo Conflitto Mondiale, dopo averli messi in sicurezza sul Monte Rocca a quota 2.000 metri.adamello esercito 1

Comprensorio dell’Adamello con gli artificieri dell’Esercito, appartenenti al 2° reggimento genio guastatori alpini di Trento, unitamente ad un equipaggio di un elicottero AB 205, del 4° reggimento Altair dell’Aviazione dell’Esercito di Bolzano, sono intervenuti prelevando 92 proietti da 75 millimetri, risalenti al Primo Conflitto Mondiale, dopo averli messi in sicurezza sul Monte Rocca a quota 2.000 metri.  Le operazioni sono iniziate alle 9 quando l’equipaggio del velivolo dell’Esercito è decollato dalla Val Genova per portare in quota gli specialisti del genio della Brigata Alpina Julia, dove si è proceduto ad immagazzinare gli ordigni in apposite casse di trasporto protette e movimentarle attraverso il sistema baricentrico del versatile elicottero, sempre agile nel contesto montano.

I proietti sono stati ricollocati, sempre in sicurezza, in un idoneo sito in attesa di essere definitivamente distrutti. Si è trattato di una attività congiunta con le Forze dall’Ordine Locali, che ne hanno garantito la sicurezza dello svolgimento, coadiuvata dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova dell’Esercito, in coordinamento con il Commissariato del Governo di Trento, confermando in tal modo la pronta disponibilità degli assetti ad ala rotante dell’Esercito ad intervenire sinergicamente a favore della popolazione ed in emergenze territoriali.

Sono ancora numerosi i residuati bellici inesplosi che affiorano dai ghiacciai e vedrette in scioglimento, si tratta comunque sempre di manufatti insidiosi da lasciare esclusivamente agli addetti ai lavori.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136