QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Vietato il fuoripista su tutto l’arco alpino. Riaperto il Foscagno, chiusa la statale del Caffaro

sabato, 1 febbraio 2014

Passo Tonale –  Le abbondanti nevicate degli ultimi giorni hanno portato il pericolo valanghe in Trentino a forte, cioè di grado 4. Tale pericolo è in ascesa dato per oggi tra stabile a 4 a in aumento a 5, molto forte. Secondo gli esperti Meteo ” Oltre i 1.500 metri di quota c’è neve fresca da 80 a 110 centimetri, con possibilità di distacchi spontanei”. Distacchi provonevecati di valanghe saranno invece possibili, già con debole sovraccarico, da tutti i pendii ripidi e soprattutto nelle zone interessate dalla presenza di lastroni di neve ventata. L’invito è quindi evitare il fuoripista almeno per i prossimi due-tre giorni.a buona capacità di valutazione locale del pericolo.

Intanto nel pomeriggio è stato riaperto il tratto della strada statale 301 ‘del Foscagno’ (2.291 metri s.l.m) tra il km 15,800 e il km 26,300 tra Arnoga nel comune di Valdidentro e Campaccio nel comune di Livigno/frazione Trepalle, in provincia di Sondrio, chiuso ieri per salvaguardare la circolazione dal rischio valanghe.

IN TRENTINO

Rimaste chiuse per le nevicate quasi tutte le strade verso i passi e alcune scuole come quelle di Cavalese e dell’alta Val di Sole dove permane il divieto di raggiungere Presson, frazione di Monclassico.  Intanto resta ancora chiusa la statale del Caffaro per valanga in località Ponte Pià, tra Comano e Tione. Domani ci sarà un sopralluogo poi sarà decisa la riapertura.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136