QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Alto Adige, il giugno 2017 il secondo più caldo della storia

venerdì, 30 giugno 2017

Bolzano – Il giugno 2017 va negli annali come il secondo più caldo dopo quello del 2003 e come il più ricco di temporali negli ultimi dieci anni (foto USP).Fulmini temporale 10

“Le temperature registrate nel mese di giugno che si conclude oggi, sono state superiori di circa 2,5 gradi rispetto alla media sul lungo periodo del 1981-2010″, spiega il metereologo Dieter Peterlin del Servizio meteo della Provincia di Bolzano. “Nonostante le temperature si siano rinfrescate verso la fine mese, il giugno 2017 viene archiviato come il secondo più caldo dopo il giugno dell’estate da record del 2003″, come prosegue Peterlin.

La temperatura massima di questa ondata di calura è stata registrata il 24 giugno a Bolzano con 37,2 gradi. Quella più rigida è stata rilevata il 6 giugno in val Pusteria a San Vito di Braies dove si sono raggiunti i – 0,6 gradi.

Le precipitazioni piovose degli ultimi giorni hanno contribuito a lenire la siccità. Il bilancio della pioggia mensile in molte località è equilibrato. Il numero dei temporali con oltre 29mila fulmini attesta quello del 2017 come il giugno più prodigo di temporali negli ultimi dieci anni.

L’evento temporalesco più significativo si è verificato tra il 24 e il 25 giugno. Numerosi temporali hanno portato la grandine e masse notevoli di pioggia in molte zone della provincia. Nella stazione meteo di Colma sono stati misurati poco meno di 100 litri al metro quadro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136