Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Serie D, Girone C: Trento-Sandonà

sabato, 12 gennaio 2019

Quando:
13 gennaio 2019@14:40–15:40 Europe/Rome Fuso orario
2019-01-13T14:40:00+01:00
2019-01-13T15:40:00+01:00

Primo impegno casalingo del girone di ritorno per il Trento, che al “Briamasco” ospiterà il Sandonà, formazione che attualmente occupa la sestultima posizione in classifica. Dopo le recenti sconfitte contro Belluno e Cartigliano, la formazione gialloblù cerca riscatto davanti al pubblico amico nella seconda giornata del girone di ritorno del girone C. In casa gli aquilotti hanno sin qui conquistato 7 punti (vittoria contro il Levico Terme e pareggi contro Este, Union Feltre, Montebelluna e Campodarsego) in 8 partite, mentre il Sandonà – in trasferta – ha realizzato 14 punti (vittorie contro Cjarlins Muzane, San Giorgio, Tamai e Campodarsego e pareggi contro Arzignano Valchiampo e Montebelluna).

Dirigerà l’incontro Julio Milan Silvera della sezione di Valdagno, coadiuvato da Stefano Barale e Gianluca Pischedda, entrambi della sezione di Torino.

 

In campo.

Mister Luciano De Paola non potrà disporre del solo Matteo Trevisan, fermato per un turno dal Giudice Sportivo per cumulo d’ammonizioni.

 

Gli avversari.

L’A.C. Sandonà 1922 è nata ufficialmente nell’estate 2015 dopo il cambio di denominazione dell’A.C.D. Passarella ’93, sodalizio fondato nell’omonima frazione del comune di San Donà di Piave. La società veneta è stata protagonista di una clamorosa escalation: basti pensare che, solamente nel 2010 militava nel campionato di Seconda Categoria.

Sulla panchina della formazione veneziana siede, da quest’anno, l’esperto Giovanni Soncin, ex calciatore di Como, Reggiana, Reggina, Taranto, Triestina, San Donà, Treviso e Cittadella e già tecnico delle giovanili del Treviso, Reno Centese, Miranese, Portogruaro, Pordenone e Calvi Noale.

Gli elementi di spicco dell’organico sono i difensori centrali Alberto De March, ex Sangiustese, Mezocorona e Giacomense in serie C2 e poi in D con Virtus Castelfranco, Montebelluna, Union Feltre e Luparense, ed Enrico Zanella, ex Bassano Virtus (quattro stagioni in C) e Belluno, i centrocampisti Alessandro Beccia (otto stagioni in serie C con Bassano Virtus e Treviso, cinque in serie D con Bassano Virtus, Sacilese e Altovicentino), Ludovico Longato (ex Marano, Legnago, Calvi Noale, Este

 

 

 

 

e Forlì), Andrea Gusella – acquisto di dicembre (è stato prelevato dal Campodarsego) -, ex Este, San Paolo Padova, Triestina, Giorgione, Calvi Noale e Luparense e gli attaccanti Carlo Bigoni (per lui 355 presenze e 93 reti in categoria, 5 in questa stagione) e Alberto Paladin, ex Sacilese, Pordenone e Tamai (27 reti dal 2016 al 2018, 4 in quello attuale).

I colori sociali del Sandonà 1992 sono il bianco e l’azzurro e la squadra gioca le gare casalinghe allo stadio “Verino Zanutto”.

 

Gli ex della partita.

Due saranno gli ex della sfida dello stadio “Briamasco”, ovvero l’attaccante veneto Sebastiano Aperi e il tecnico in seconda del Trento Massimo Spagnolli che, nel corso della propria carriera da calciatore, ha indossato per una stagione la maglia del sodalizio lagunare. Aperi nella seconda parte della scorsa stagione ha indossato la maglia gialloblù totalizzando 15 presenze, mentre in quella attuale ha disputato 17 partite con il Sandonà e messo a segno 6 reti. Max Spagnolli, invece, è stato giocatore del Sandonà nell’annata sportiva 1995 – 1996: per lui 34 presenze e 11 reti in serie C2.

 

I precedenti.

Eccezion fatta per la sfida d’andata, negli ultimi vent’anni il Trento ha affrontato complessivamente quattro volte una realtà calcistica del comune di San Donà di Piave, anche se l’attuale società non è la stessa con quale si è misurato in passato il sodalizio gialloblù. Nella stagione 1998 – 1999 il doppio confronto avvenne nel campionato di serie C2 con la formazione veneta che s’impose con identico punteggio (1 a 0) sia all’andata che al ritorno. Nell’annata 2008 – 2008 aquilotti e veneziani si scontrarono in serie D: all’andata il match terminò 0 a 0, mentre il return match fece registrare il netto successo dei gialloblù, che vinsero per 3 a 0 con doppietta di Bez e gol di Iaboni.

 

Così all’andata.

La sfida disputata il 23 settembre 2018 allo stadio “Zanutto” di San Donà di Piave si concluse in parità (1 a 1).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SANDONA’ – TRENTO 1-1

SANDONA’ (4-4-2): Colonna; Zanetti, De March, Zanella, Beccia; Michelon (40′st Calcagni), Cavallini (17′st Paladin), Longato, Mortati; Bigoni (21′st Aperi), Jogan.

A disposizione: Feltrin, Uliari, Caramello, Piovesan, Tagliapietra, Ferrarese.

Allenatore: Giovanni Soncin.

TRENTO (3-5-2): Barosi; Kostadinovic, Panariello, Badjan; Cazzago (35′st Romagna), Furlan (10′st Paoli), Selvatico (39′st Bertaso), Dragoni, Baronio (41′st Carella); Bertoldi (19′st Bosio), Bardelloni.

A disposizione: Russo, Trevisan, Islami, Ferraglia.

Allenatore: Claudio Rastelli.

ARBITRO: Vogliacco di Bari (Nechita di Lecco e Nicosia di Saronno).

RETI: 28′pt Furlan (T), 31′st Paladin (S).

NOTE: spettatori 350 circa. Campo in buone condizioni. Ammoniti Bigoni (S) e Kostadinovic (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 7 a 4 per il Trento. Recupero 1′ + 4′.

 

Partite e arbitri della diciannovesima giornata (ore 14.30).

Adriese – Arzignano Valchiampo (Scarpa di Collegno)

Chions – Montebelluna (Molinaro di Lamezia Terme)

Cjarlins Muzane – Cartigliano (D’Eusanio di Faenza)

Delta Porto Tolle – Campodarsego (Pistarelli di Fermo)

Este – Tamai (Cardella di Torre del Greco)

Levico Terme – Clodiense Chioggia (Pacella di Roma 2)

Trento – Sandonà (Silvera di Valdarno)

Union Feltre – San Giorgio (Diop di Treviglio)

Virtus Bolzano – Belluno (Bianchi di Prato)

 

La classifica del girone C.

Adriese 38 punti; Campodarsego e Arzignano Valchiampo 32; Union Feltre 30; Delta Porto Tolle 28; Montebelluna, Virtus Bolzano, Chions ed Este 26; Cartigliano 24; Cjarlins Muzane 22; Belluno 21; Sandonà 20; San Giorgio 19; Levico Terme 17; Trento, Tamai e Clodiense Chioggia 13.

 

 

 

 

 

 

I CONVOCATI

PORTIERI: Barosi (00); Guadagnin (99).

DIFENSORI: Badjan (99); Baronio (99); Carella (98); Mureno (92); Panariello (89); Romagna (99); Sabato (82); Zucchini (95).

CENTROCAMPISTI: Bertaso (98); Furlan (85); Frulla (92); Paoli (97); Santuari (01).

ATTACCANTI: Bosio (92); Cristofoli (83); Ferraglia (99); Petrilli (87); Roveretto (87).

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136