Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Regione Lombardia: Commissione Bilancio approva istituzione ARIA SPA

giovedì, 14 marzo 2019

Quando:
15 marzo 2019@16:55–17:55 Europe/Rome Fuso orario
2019-03-15T16:55:00+01:00
2019-03-15T17:55:00+01:00

Si chiama ARIA SPA, acronimo di Azienda Regionale per l’Innovazione e per gli Acquisti, la nuova società a capitale integralmente pubblico che, in un’ottica di razionalizzazione della spesa e di ottimizzazione delle risorse, ingloba tre società di Regione Lombardia: entro luglio ARCA, Azienda Regionale Centrale Acquisti SPA e LISPA, Lombardia Informatica SPA, alle quali s aggiungerà ILSPA, Infrastrutture Lombarde SPA, nel 2020.
Unitamente al contenimento dei costi, l’operazione ha come obiettivo la creazione di un’unica centrale di committenza per l’acquisizione di lavori, beni e servizi, inclusa l’acquisizione di beni e servizi informatici e di connettività.
Il provvedimento è stato approvato questa mattina 14 marzo in Commissione Bilancio con il voto favorevole dei gruppi Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lombardia Ideale Fontana Presidente, Noi con l’Italia e Gruppo Misto, astenuti i Lombardi Civici Europeisti, contrari Partito Democratico e M5 Stelle.

Ha detto la Vicepresidente del Consiglio regionale e relatrice del provvedimento Francesca Brianza, Lega:
Ad un anno dall’inizio della legislatura guidata dal Presidente Fontana proponiamo una riforma molto ambiziosa in un settore tanto delicato, quanto strategico, come quello della committenza pubblica.
Oggi dalla Commissione Bilancio è iniziato un percorso che nei prossimi mesi rivoluzionerà l’intero sistema legato all’acquisto pubblico di beni e servizi e agli investimenti degli enti locali.
Un passaggio fondamentale per Regione Lombardia che in un’ottica di continuo miglioramento, efficientamento e razionalizzazione della spesa, si pone anche in questo ambito come riferimento per tutti gli enti locali lombardi e per le altre Regioni.

Ha sottolineato in Commissione l’Assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini:
“È un processo di razionalizzazione, di semplificazione e di miglioramento organizzativo per portare economie dei costi immediate, quasi 4 milioni di euro all’anno, e che consentirà di migliorare la qualità degli acquisti di beni e servizi della Regione Lombardia con risparmi quantificabili in 1,9 miliardi di euro nei prossimi tre anni, su un totale di gare d’acquisto per 9 miliardi l’anno.”

Il capogruppo della Lega Roberto Anelli, rispondendo alle critiche delle minoranze, ha infine ricordato come:
“Non si tratta di un provvedimento affrettato perché da sette mesi è in corso un lavoro di analisi e approfondimento che ha dato vita anche a specifici tavoli di lavoro e che ha coinvolto tutte le parti interessate: la versione finale del piano industriale sarà concordata e definita di comune accordo insieme alle parti sindacali e ai vertici societari.”

Via libera anche a un emendamento della relatrice Francesca Brianza, concordato con l’Assessore Caparini, che stabilisce come la Giunta regionale, nel rispetto della normativa europea e statale, può conferire a società operante nel campo delle infrastrutture, partecipata direttamente o indirettamente dalla Regione, le funzioni legate alle attività inerenti le infrastrutture autostradali e stradali, oggi in capo a Infrastrutture Lombarde ma che non rientreranno nelle competenze di ARIA SPA.

Attualmente, per l’esercizio 2019 il contributo di gestione a LISPA ammonta complessivamente a circa 25 milioni di euro annui.
Ad ARCA, invece, vengono corrisposti 4 milioni e 300 mila euro l’anno per il suo funzionamento, mentre a ILSPA per il 2019 è stato assegnato un contributo di gestione complessivo di 9 milioni e 400 mila euro.

Tra i fattori che potrebbero in prospettiva determinare un risparmio di spesa si segnalano la razionalizzazione delle strutture di staff, quali, ad esempio, uffici legali, uffici finanziari e relative segreterie, nonché l’unificazione degli organi di amministrazione e controllo, il cui attuale costo ammonta a €676.538,00 così ripartiti: LISPA €260.000,00; ARCA €208.138,00; ILSPA €208.400,00.

A seguito della prima fase di incorporazione si stima pertanto un risparmio di euro €208.138,00 annui cui si aggiungerà un risparmio di ulteriori 208.400,00 a seguito della seconda fase di fusione per incorporazione, luglio 2020.

Si può, altresì, prospettare che, al termine del percorso complessivo di fusione per incorporazione di ARCA e ILSPA in LISPA, prevista entro il 1° luglio 2020, un solo soggetto assuma su di sé il ruolo di Direttore con ulteriori risparmi a regime di circa 460 mila euro l’anno.

Il progetto di legge è stata calendarizzato per il voto finale in Aula nella seduta di martedì 26 marzo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136