Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Progetti FSE, nuovo avviso per l’occupazione giovanile in Alto Adige

mercoledì, 20 febbraio 2019

Quando:
21 febbraio 2019@17:00–18:00 Europe/Rome Fuso orario
2019-02-21T17:00:00+01:00
2019-02-21T18:00:00+01:00

Corsi di formazione e stage rivolti a chi si affaccia sul mercato del lavoro: nuovo avviso del Fondo sociale europeo per la presentazione di progetti.

Domani (21 febbraio) sarà pubblicato sul Bollettino della Regione Trentino-Alto Adige un nuovo avviso dell’Ufficio Fondo Sociale Europeo che mette a disposizione 3 milioni di euro. Enti di formazione accreditati possono presentare progetti per organizzare corsi rivolti a giovani fino a 29 anni che si affacciano sul mondo del lavoro. Nel 2018 sono stati organizzati in Alto Adige 10 corsi rivolti a un totale di 120 partecipanti. “Non sempre è facile per gli studenti che hanno appena concluso l’esame di maturità avviarsi con successo alla professione” spiega la direttrice della Ripartizione Europa, Martha Gärber, sotto la cui competenza ricade anche la gestione dei fondi FSE.

Alcuni casi esemplari, i feedback

Uno degli enti di formazione accreditati, Kantea, riferisce delle esperienze fatte nella prima metà del 2018 con i corsi per Web Media & Marketing Specialist e Tecnico progettista Autocad e BIM professionale per l’edilizia sostenibile. “La frequenza di corsi FSE da parte di giovani alla ricerca di un lavoro garantisce loro competenze chiave per un accesso al mercato a un livello superiore rispetto a quanto non avrebbe consentito la loro formazione di base” spiega Cinzia Chilovi di Kantea. Frequente è il caso di studenti che hanno svolto il corso di media e marketing, spinti a farlo perché dopo l’esame di maturità o la formazione professionale in grafica non avevano le idee chiare sul come trovare un lavoro adatto per la propria competenza. Proprio durante il corso però, oltre ad acquisire competenze fondamentali per la propria carriera futura, sono divenuti consapevoli dei propri talenti e interessi specifici, così che al termine della formazione tutti hanno trovato occupazione o hanno deciso di iscriversi all’università. “Una partecipante che a un primo tentativo non aveva superato l’esame per la facoltà di Architettura, dopo il corso è invece riuscita a entrare. Probabilmente, perché aveva acquisito maggiore sicurezza in se stessa. Un altro partecipante invece ha scoperto il proprio talento per la programmazione web e adesso si sta costruendo una carriera in questo settore” riferisce Chilovi. Al percorso formativo in progettazione Autocad hanno invece preso parte geometri, architetti e ingegneri. Di due giovani architette disoccupate da sei mesi una ha trovato lavoro presso uno studio, l’altra lavora a un progetto europeo per un’amministrazione comunale. “Quattro geometri nel frattempo hanno trovato lavoro per la propria formazione, sostituendo così i lavoretti che avevano svolto fino a questo momento” racconta Chilovi.

Quasi un terzo delle ore in stage

Entrambi i percorsi formativi prevedevano 700 ore di lezione, di cui 240 in forma di stage. “Nella maggior parte dei casi a offrirsi come sedi di stage sono aziende che hanno esse stesse la necessità di quella specifica competenza” chiarisce Chilovi. Ulteriori percorsi formativi svolti l’anno scorso riguardano temi come Esperto nella creazione di contenuti Augmented & Virtual Reality, Wine Export Manager, Esperto in Data Protection System, Brand Marketing e Digital Selling.

Consegna dei progetti entro il 23 aprile

Gli enti di formazione accreditati hanno ancora tempo fino al 23 aprile per presentare i propri progetti sul portale online Cohemon (fse-esf.civis.bz.it/). Informazioni dettagliate si possono consultare all’Ufficio provinciale FSE. L’offerta complessiva dei corsi è consultabile sul portale dell’autorità di gestione dei fondi FSE (fse-esf.civis.bz.it/preiscrizioni/assi).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136