Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Pallanuoto, Serie A2: Sturla-Waterpolo Brescia

giovedì, 14 marzo 2019

Quando:
16 marzo 2019@18:00–19:00 Europe/Rome Fuso orario
2019-03-16T18:00:00+01:00
2019-03-16T19:00:00+01:00

A testa bassa in caccia di punti: per la tredicesima giornata di A2 maschile, sabato, alle 18, il Brescia Waterpolo sarà alla piscina Vassallo di Bogliasco, ospite della Sportiva Sturla, con l’obiettivo di dare un sostanzioso seguito alla meritata vittoria ottenuta, nello scorso turno, contro il Como. I tre punti conquistati con i lariani, non solo hanno permesso di lasciare l’ultimo gradino della graduatoria, ma hanno anche portato una notevole iniezione di fiducia, rilanciando a tutti gli effetti le speranze di salvezza. I ragazzi di Aldo Sussarello sono carichi, sì, ma pure ben consapevoli che il compito sarà davvero duro, e questo anche dopodomani: a quota dodici punti, Sturla è in ottava posizione, a solo quattro lunghezze dal Bs Wp, per cui la sfida si preannuncia senz’altro tirata.

«Andiamo a Bogliasco – presenta l’incontro, coach Sussarello – che storicamente è un campo ostico, sia per il calore del pubblico, che per le particolarità dell’impianto; ma devo dire che, da tempo, soprattutto a livello giovanile, alla Vassallo ci siamo sempre espressi con carattere. Sabato dovremo giocare senza pensare a quanto accaduto all’andata, né alla vittoria della settimana scorsa; per salvarci, da qui in avanti, ogni gara deve essere una finale, senza fare calcoli, senza congetture su eventuali scontri diretti, senza guardare cosa succede sugli altri campi. Dobbiamo concentrarci su noi stessi e dare il massimo per esprimere il potenziale di un gruppo che ha già dimostrato di valere la categoria; il tutto, continuando ad avere rispetto di tutti e a non temere nessuno. Poi, a fine match, analizzeremo cosa ha funzionato e cosa no».



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136