QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad


Pallanuoto, news giovanili An Brescia

lunedì, 12 febbraio 2018

Quando:
13 febbraio 2018@19:00–20:00 Europe/Rome Fuso orario
2018-02-13T19:00:00+01:00
2018-02-13T20:00:00+01:00

Tanti appuntamenti e, tanta esperienza, da mettere a profitto: nel fine settimana, ben undici (più uno martedì scorso, per recuperare un turno) gli impegni sostenuti dal settore giovanile della pallanuoto bresciana. Riguardo alla femminile, in vasca sempre l’Under 19 che, con un’età media ben sotto la categoria, concede qualcosa alle avversarie: martedì – come detto, nel recupero della seconda giornata -, le ragazze di Edvin Calderara, hanno ceduto, in casa, al Como Nuoto per 12 a 6. Sabato, sempre in casa, è arrivata la sconfitta per 4 a 1, da parte del Nc Milano. A giocare contro le giovani biancazzurre, anche la cattiva sorte: contro il Como, è arrivato l’infortunio a Marta Buizza, mentre, sabato, Giulia Piovani s’è fratturata il pollice della mano destra. «Son state due partite piuttosto differenti – dice il tecnico Calderara -: la prova contro il Como è stata segnata da un approccio alla gara con scarsa determinazione e parecchie disattenzioni in fase di copertura. Sabato, il rendimento è stato nettamente migliore, con il giusto spirito agonistico e una difesa efficace: in avanti è mancata ancora un po’ di intraprendenza, avremmo dovuto fare più movimenti. Nella sostanza, però, sono soddisfatto dei miglioramenti evidenziati nel giro di pochi giorni».

Sul fronte maschile, ancora sabato, doppio turno casalingo per gli Under 15: il team 1, seguito da Enrico Oliva, ha imposto un pesante 26 a 4 alla Pallanuoto Bergamo. «Ci aspettavamo una gara molto più combattuta – commenta coach Oliva -, Bergamo ha sempre fatto bene negli ultimi tempi. Causa malattie e vacanze, noi eravamo anche a ranghi ridotti, ma direi proprio che ce la siamo cavata bene, con ampi spazi di gioco per tutta la rosa». Contro la Pallanuoto Como, il team 2 è stato superato per 18 a 4.

Domenica, impegni in trasferta per le due squadre Under 11, entrambe a Monza: con un organico condizionato da tante assenze, il team 1 di Massimo Castellani, raccoglie tre sconfitte, 3 a 2 con Lugano, 10 a 4 con il Como Nuoto e 10 a 5 con i padroni di casa. «Anche se non siamo riusciti a fare punti – dichiara il tecnico Castellani -, ho visto dei chiari passi avanti sia nel gioco, che nella predisposizione all’agonismo: senza avere cambi, in ogni partita, i ragazzi hanno lottato come leoni». Un successo e due sconfitte, il bilancio del team 2 di Dario Bertazzoli: 7 a 3 la vittoria sul Monza 3, 0 a 13 la sconfitta con Busto Pallanuoto e 3 a 8, quella con SG Sport Arese.

Infine, il capitolo Under 17: a Mompiano, nella quarta giornata della fase nazionale, l’An ha prevalso sulla Pallanuoto Trieste per 14 a 10, risultato che, per la squadra di Oliva, significa la leadership in solitaria del girone 2. «Abbiamo meritato di vincere davanti a un avversario di livello – queste le parole di Oliva -: siamo stati sempre in vantaggio riuscendo a gestire il match secondo i nostri tempi. A due minuti dalla fine, loro sono arrivati al meno 2, ma siamo stati bravi a non perdere la calma e a chiudere i conti andando ancora in rete».

In casa del Monza, i pari categoria del Brescia Waterpolo incappano in una giornata con poca condizione, finendo sotto per 6 a 2: «Anche se gli avversari erano alla nostra portata – dichiara il tecnico, Aldo Sussarello -, abbiamo sofferto la loro forza fisica, la sconfitta non fa una piega. Abbiamo favorito il loro pressing commettendo troppi errori nella gestione della palla, situazioni che ci hanno esposto a troppe controfughe».

Al di là delle notizie dai vari campi, da segnalare è una serie di convocazioni che danno la misura della crescita del vivaio biancazzurro: dal 18 al 20 febbraio, a Santa Maria Capua Vetere, sono previsti i raduni delle rappresentative azzurre dei nati 2003-2005, seguita da Nando Pesci, e dei 1999-2000, guidata da Carlo Silipo. Nella prima sono stai chiamati Matteo Rivetti e Alessandro Balzarini, mentre nella seconda, Tommaso Gianazza e Mario Guidi.

Poi, dopodomani, dalle 15 alle 17, alla piscina Lamarmora, è in programma il raduno della selezione lombarda – sotto la guida del tecnico An, Dario Bertazzoli, responsabile anche dell’area Nord-Est – delle classi 2004-2005: all’appuntamento parteciperanno Giorgio Aloia, Lorenzo Andreoletti, Nicolò Casanova, Federico Copeta, Federico Mazzola, Sergio Scalambrin e Alessandro Santalucia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136