Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Mestieri & Cultura, Fuga da Trento

venerdì, 23 ottobre 2020

Quando:
29 ottobre 2020@18:00–19:00 Europe/Rome Fuso orario
2020-10-29T18:00:00+01:00
2020-10-29T19:00:00+01:00

Tra le proposte vincitrici del bando Mestieri & Cultura, che mira a stimolare l’imprenditorialità giovanile e riqualificare e rigenerare spazi pubblici, la prima ad essere stata attivata è Fuga da Trento, una escape room che ha dato nuova vita agli spazi di via Roma 56 (piano terra e primo piano), inseriti negli spazi a disposizione grazie ad una coprogettazione con Itea Spa, proprietaria dei locali.

 

Sembra ieri che, quasi per gioco, nasceva la prima Escape Room del Trentino-Alto Adige, FUGA. Dopo 4 anni, il concetto di escape viene rivoluzionato e stravolto. Le pareti delle stanze crollano, gli spazi si espandono e la realtà si unisce al virtuale.

Con alle spalle l’esperienza maturata durante il covid, l’escape si adatta ai tempi e diventa outdoor unendo la tecnologia della realtà aumentata alla geolocalizzazione.

Ma come funziona?

Con la AR Experience ai partecipanti viene assegnata una missione da completare entro 75 minuti di tempo, ricevono un tablet e un kit di sopravvivenza pieno di gadget e oggetti misteriosi.

E poi?

E poi sono fuori. Liberi di vagare in giro per la città, ma geolocalizzati in tempo reale. Gli obiettivi sono identificati con degli hotspot che appaiono sullo schermo del loro ipad per indicargli il cammino. Ogni volta che raggiungono un hotspot ad attenderli c’è una nuova sfida, un indovinello da risolvere, una cassaforte nascosta da scassinare o una domanda sulla città che li circonda. Il gioco diventa così un veicolo per far conoscere la città, i monumenti e la storia di Trento.

Come si vince?

Portando a termine tutte le missioni entro il tempo massimo. Durante il percorso si guadagneranno punti e cristalli, che serviranno a stilare una classifica dei giocatori migliori. Per loro la gloria eterna.

Come partecipare?

Al gioco si partecipa solo tramite prenotazione online, si può giocare da 2 fino a 5 persone per gruppo e non ci sono limiti di età.

C’è dell’altro

Non è ancora finita, infatti a breve riapriranno anche le classiche escape room indoor, nel rispetto di tutte le normative anti covid. Fin da subito ci si potrà cimentare con “Il Laboratorio”, una classica sfida di fuga dalla stanza tra provette e alambicchi. Viene anche ripristinata la room “Attacco terroristico”, una vecchia conoscenza per gli appassionati del genere. E se questo non bastasse, qualcos’altro bolle in pentola, una room totalmente nuova e magica.

 

Ulteriori informazioni su FUGA – Escape Room si possono trovare su https://www.fuga-escaperoom.com/.

 

Mestieri & Cultura è un progetto sperimentale di welfare generativo che permette di concedere in comodato gratuito ad imprese giovanili spazi per una proposta imprenditoriale, economica e commerciale auto-sostenibile ed un’offerta di attività socio-culturale capace di coinvolgere e rendere più vivibile il quartiere.

Il bando prevede che i tre spazi disponibili siano assegnati ai vincitori con un comodato gratuito per tre anni a cui seguirà una valutazione dell’operato che, se positivo, verrà prolungato per altri due anni.

A breve saranno aperti anche gli altri due spazi assegnati: uno in via Roma e l’altro in via Belenzani.

Molteplici gli obiettivi che questa proposta innovativa si prefigge: promuovere l’autonomia personale dei giovani e la transizione alla vita adulta, sostenendo l’imprenditorialità giovanile; riqualificare e rigenerare spazi pubblici, contrastare il fenomeno dello “svuotamento” commerciale del centro storico cittadino e animare i quartieri con servizi e attività culturali e socio-aggregative a favore della comunità.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136