Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Domande Borse di studio per meriti particolari

giovedì, 11 aprile 2019

Quando:
15 maggio 2019@23:00–16 maggio 2019@00:00 Europe/Rome Fuso orario
2019-05-15T23:00:00+02:00
2019-05-16T00:00:00+02:00

Da metà aprile al 16 maggio si possono presentare le domande per borse di studio per meriti particolari. Domande digitali via SPID.

Anche per l’anno accademico 2018/19 gli studenti che nell’anno precedente hanno frequentato Università o scuole professionali di istruzione superiore in Italia o all’estero con risultati eccellenti possono presentare domanda alla Provincia per una borsa di studio per meriti particolari dell’importo di 1160 euro. Le borse di studio vengono assegnate indipendentemente dal reddito famigliare esclusivamente sulla base dei risultati ottenuti nello studio nel periodo 1. novembre 2017 – 31 ottobre 2018.

Le domande possono essere presentate online dal 16 aprile sino al 16 maggio con lo SPID (Sistema pubblico di identità digitale) oppure con la Carta servizi attivata presso il proprio comune di residenza (per informazioni:800816836, dall’estero +39 081 19737205). Per ottenere lo SPID è possibile scegliere tra 9 provider che offrono il servizio in maniera diversificata, le indicazioni su come richiederlo sono a disposizione sul sito nazionale www.spid.gov.it/richiedi-spid.

Gli studenti che al momento della presentazione della domanda non hanno la cittadinanza italiana e non sono residenti nel territorio italiano possono accedere con un eGov account certificato fornito dall’Ufficio per il diritto allo studio universitario, presentando la certificazione ufficiale dell’assegnazione del codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate e un documento di identità.

Infowww.provincia.bz.it/diritto-allo-studio



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136