Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


“Coràio!”, una favola moderna e agrodolce

mercoledì, 5 dicembre 2018

Quando:
6 dicembre 2018@14:45–20:00 Europe/Rome Fuso orario
2018-12-06T14:45:00+01:00
2018-12-06T20:00:00+01:00

Riva del Garda – “Coràio!”, è una favola moderna e agrodolce; tra le sue pagine trovano spazio la poesia, l’indignazione, l’ironia, il surreale e momenti di profondo lirismo. Durante è un venticinquenne bolognese e consegna pizze a domicilio per un ristorante indiano di dubbia fama: il Namasté. È il secondogenito di una famiglia come tante, composta da personalità stoiche che non si lasciano abbattere dai rovesci della vita. Il padre Anselmo è momentaneamente disoccupato, ma intenzionato a diventare il nuovo MasterChef d’Italia. La madre Serena rinegozia la propria professionalità d’insegnante diventando educatrice di un adolescente affetto dalla sindrome di Asperger. La sorella Libera, infine, è una stagista che lavora in una struttura d’accoglienza per migranti e s’innamora di un utente ivoriano. Dopo mille avventure in cui è messa alla prova la tenacia dei vari personaggi, ognuno guadagnerà quel posto nel mondo per cui ha lottato col sudore e a testa alta. «Coràio!» commuove, fa ridere di gusto e piangere di rabbia, ma soprattutto invita a soffermarsi sulla progressiva perdita di memoria individuale e collettiva, in una società sempre più votata al rapido consumo di persone, oggetti e relazioni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136