QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Serie A2 femminile: una stagione da record per il Club Italia femminile

giovedì, 7 maggio 2015

Trento – Si è conclusa ieri sera con la promozione in A1 dell’Obiettivo Risarcimento Vicenza, che ha sconfitto nella finale dei playoff il Saugella Team Monza, una stagione di Serie A2 che resterà negli annali del Club Italia di pallavolo femminile. La rappresentativa giovanile della Federazione Italiana Pallavolo ha ottenuto quest’anno il miglior risultato nella storia delle sue partecipazioni ai campionati nazionali, chiudendo la stagione regolare al settimo posto e raggiungendo le semifinali dei playoff promozione, oltre a qualificarsi per i quarti di finale di Coppa Italia.trento club italia playoff3

Il bilancio finale – tra Coppa e campionato – parla di 31 partite disputate con 15 vittorie e 16 sconfitte, 63 set vinti e 70 persi; in ben 16 casi gli incontri disputati dalle azzurre si sono chiusi al tie break (10 vinti e 6 persi). Il Club Italia è riuscito a conquistare almeno un punto contro tutte le squadre incontrate in questa stagione: l’unica eccezione è proprio la neopromossa Obiettivo Risarcimento Vicenza, che nella doppia sfida si è imposta per 3-0 in casa e 3-1 in trasferta.

Le statistiche pubblicate dalla Lega Pallavolo Serie A femminile accrescono ulteriormente il valore dell’impresa della squadra di Marco Mencarelli. Il Club Italia, oltre al record di set giocati in campionato (124) e di punti messi a segno (1998), può vantare la miglior percentuale d’attacco di tutta la serie A2: il 37,9% dei palloni attaccati dalle azzurre sono stati messi a terra. contro il 36,8% di Vicenza, seconda classificata.

Non solo: anche l’efficacia in battuta è la migliore dell’intero campionato con 164 ace realizzati, ben 1,32 per set (la seconda, Trento, è ferma a 1,22). Il Club Italia si piazza inoltre al terzo posto nella classifica dei muri (2,74 a set, dietro a Bolzano e Soverato) e al sesto posto in quella relativa alla ricezione (37,7% di ricezione perfetta).

Anche a livello individuale non mancano le soddisfazioni per le giovani giocatrici azzurre: Paola Egonu chiude il campionato al secondo posto nella classifica delle marcatrici con 556 punti (in media 19,4 a partita), 67 in meno della regina dei bomber Tereza Rossi Matuszkova.

Solo in 3 occasioni la numero 7 del Club Italia è scesa sotto ai 10 punti. Nella stessa graduatoria, Anastasia Guerra chiude all’ottavo posto con 423 punti e Sofia D’Odorico al ventunesimo con 304. Egonu, Guerra e D’Odorico, insieme a Ilaria Spirito e Anna Danesi, hanno disputato tutte e 29 le partite giocate dal Club Italia in campionato; seguono Berti e Piani con 24 presenze, Orro con 23, Camperi con 19, Malinov con 18, Mabilo con 11, Prandi con 7, Zannoni con 5, Bartesaghi con 3 e Tenti con 1 presenza.

Da ricordare infine due curiosità, entrambe relative alle sfide con il Saugella Team Monza: nella gara di andata di campionato le due squadre hanno stabilito il record della partita con più ace, ben 24, nella storia del campionato di Serie A2 (la seconda in assoluto nei campionati organizzati dalla Lega Pallavolo). Il primo set di gara 3 dei playoff, chiuso sul 39-37 in favore di Monza, è invece all’ottavo posto nella classifica dei set con il punteggio più lungo mai disputati, terzo per quanto riguarda la sola Serie A2.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136