QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Vela: Mataran vince una Trans Benaco Cruise Race dimezzata per il maltempo

lunedì, 4 agosto 2014

Riva del Garda – Una regata dimezzata: gli organizzatori della  «Trans Benaco Cruise Race», organizzata dal Circolo Nautico di Portese, hanno stilato la classifica in base ai risultati della prima tappa, la Portese-Riva del Garda. La seconda, causa un fortunale abbattutosi sul lago, è stata annullata.
L’affermazione è andata al nuovo «Mataran», un cruiser di  10 metri della serie «Ice 33», di Umberto Felci. Lo stesso progettista era al timone dell’imbarcazione. Evoluzione degli altri Cruiser che Felci aveva firmato negli anni passati come «Bravissima» e «Mediatel» più volte protagonisti proprio alla Trans Benaco.
Seconda si è piazzata proprio «Bravissima» condotta da Giovanni Pizzatti con terzi i veneti del «Jolie Rouge» di Fabio Giuliari.

«Mataran» correva nella classifica della stazza internazionale dell’Orc. Qui i tempi compensati hanno assegnato le vittorie ai trentini di «Babbo 2», un  Kelt 7.60 di Giorgio Vairaghi davanti al «Joe Fly» con Gianni Boventi e «Boheme» di Walter Caldonazzi; i «Minialtura» sempre dell’Orc sono andati all’«Atreju» di Andrea Zipperle, che batte l’Ufo 22 di Alessandro Toselli e «Proteina» condotto del suo stesso progettista, il veronese Massimo Picco. Nell’Asso (sempre solo con la prova di sabato) è primo «Assterisco» di Pierluigi Omboni che batte Claudio Brighenti e Achille Cararra. I Dolphin sono dei «30 nodi» di Bruno Fezzardi, che regola «Baraimbo» di  Enrico Fonda (penalizzato per start anticipato) e terzo «Achab» di Luca Nassini.
I Fun sono del «Funny Frog» portato dal madernese Paolo Tagliani.

I «Protagonist» registrano l’affermazione di «Bessi Bis» di Giuliano Montegiove condotto Marco Schirato che regola Martin Reintjes (Caiphirinia) ed Enrico Sinibaldi (El Moro). L’Ufo 22 è di Pasquale Errico dell’Ans di Sulzano (lago d’Iseo). Nei Dolphin Odj (quelli con il gennaker) è primo l’appassionato  desenzanese Pietro Barziza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136