QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vela: l’equipaggio “SconquAsso” di Farina trionfa la 63^ edizione del trofeo dell’Odio

lunedì, 19 ottobre 2015

Gargnano – L’equipaggio “SconquAsso” (Cn Brenzone) di Andrea Farina del team Go Sails, condotto dall’ex gloria di Star e Finn olimpici Albino Fravezzi, ha vinto la 63^ edizione del trofeo dell’Odio, classica di fine stagione per il Circolo Vela Gargnano.

Il Garda si è presentato come il Canale della Manica, fortunatamente non manca un leggero Peler che permette ai migliori di chiudere poco dopo mezzogiorno con la partenza alle 9.30, il percorso che si sviluppava sulla rotta Gargnano-Campione-Univela.

Alle 12 e 9 minuti a tagliare il traguardo al porticciolo di Marina di Bogliaco è stato «SconquAsso» (Cn Brenzone) di Andrea Farina del team Go Sails, condotto dall’ex gloria di Star e Finn olimpici Albino Fravezzi.

Lo skipper di Malcesine rifila al secondo 27 minuti che è «MikelAss» (Vela Cregata Odio gargnano 1lub di Campione) della famiglia Ferrari di Soiano del Garda, al timone la bionda Francesca, alle manovre fratelli e marito.

Terzo è «GradAsso» (CV Gargnano) di Pietro e Luca Bovolato. Quarto è primo dei non Asso è il Dolphin «Numero 1» del CV Gargnano con alla barra Renato Conoci che precede l’altro Dolphin affidato a Max Brezzi, entrambi equipaggi della scuola velica milanese di Water Tribe.

Per il CV Gargnano è l’ultimo atto della sua lunga stagione culminata con ben tre manifestazioni di grande valore agonistico come il Mondiale di tutta la gamma Hobie Cat (250 scafi al via con 24 Nazioni), il Mondiale Team Race per i ragazzi del doppio 420, l’Europeo del doppio giovanile Rs Feva, il Campionato Italiano Vela Accessibile Hansa Class, oltre al calendario tradizionale che comprendeva il 49° Trofeo Gorla, la 65ª Centomiglia e il 63° Trofeo dell’Odio di oggi, tutte regate dalla lunga storia agonistica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136