QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vela, GC32 Riva Cup day 2: torna il vento sul Garda Trentino, team Engie in testa. I risultati

sabato, 13 maggio 2017

Riva del Garda – Azione e spettacolo a Riva del Garda: il vento torna a soffiare sui catamarani volanti della GC32 Riva Cup. Quattro regate nella seconda delle quattro giornate della manifestazione; Team Engie in test e un solo punto separa i primi tre. Cresciuta la competitività tra i Team rispetto alla scorsa stagione.

Una gara valida anche per l’“Anonimo speed challenge” che fa volare Armin Strom a 31,02 nodi di media nonostante il vento medio-leggero. Ottima sincronia tra l’organizzazione della Fraglia Vela Riva e quella della classe GC32, gestita a livelli professionali molto alti. Gran lavoro della polizia che con 10 moto d’acqua controllano tutta l’area di regata.

Nonostante il tempo in continuo cambiamento il Garda Trentino venerdì ha riportato condizioni buone per regatare con i bellissimi catamarani GC32 che in questi giorni stanno animando le banchine della Fraglia Vela Riva con Team internazionali di altissimo livello. Livello che per tutti quest’anno è cresciuto e che permette di vedere una bella battaglia nella classifica generale per un equilibrio nei risultati, che sta rendendo più appassionante la manifestazione rispetto allo scorso anno. Le prime tre barche infatti, nell’ordine la francesce Team Angie, la svizzera Team Tealt e la statunitense team Argo sono separate da un solo punto ciascuna. Affinata anche l’organizzazione e il coordinamento tra tutto lo staff della Fraglia Vela Riva, che insieme al managment della classe GC32 ha messo in piedi un evento che tra logistica, sicurezza, eventi a terra richiede molte settimane di lavoro, oltre che un’alta professionalità.

La testa della classifica è per ora a favore di Team Engie, che per la prima volta conduce una regata del GC32 Racing Tour; il timoniere Sebastien Rogues ha raccontato che l’allenamento invernale in Oman sta dando buoni frutti, ma è anche vero che in questa prima giornata il vento non era così forte e potrebbe cambiare l’assetto già sabato se dovessero esserci condizioni più impegnative.

Ottimo inizio anche per Realteam davvero regolare con tre secondi e attualmente secondo nella classifica generale davanti a Team Argo. Gli svizzeri hanno mantenuto una tattica di regata con bordi sotto le rocce della gardesana occidentale, che hanno “pagato” rispetto a chi è rimasto più centrale. Team Argo (USA) è terzo della classifica generale e primo di quella riservata agli “Owner-driver” in cui l’armatore timona la propria barca: gli statunitensi hanno realizzato un primo in regata 2, con un 5-3-6, che li mantengono molto vicini dai leader. I grandi campioni presenti a Riva del Garda sono comunque emersi, nonostante l’esordio in questa classe, che richiede ora continuità: il campionissimo spagnolo Iker Martinez su I’M Racing Movistar (due medaglie olimpiche 49er e giro del mondo tra il curriculum) ha vinto la regata 1 nonostante fosse la prima regata in GC32, dimostrando che almeno in condizioni di vento leggero è già competitivo; è quinto in classifica generale. Esordio non positivo per Pierre Casiraghi su Mailizia, solitamente più performante in condizioni di vento forte.

Venerdì si è anche disputata la prima prova dello Speed test in un percorso di circa 1 miglio in cui ha avuto la meglio Armin Strom Team, che ha realizzato una velocità media di 31,02 nodi. Tutti i Team hanno la possibilità di migliorare questo record parziale della manifestazione nei prossimi giorni, potendosi aggiudicare un orologio “Anonimo Nautilo”. Sabato e domenica ancora regate e sicuramente possibili cambiamenti in classifica generale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136