QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vela, Garda Trentino Olympic Week: bilancio e risultati della prima giornata

mercoledì, 6 maggio 2015

Riva del Garda – Iniziata con il numero massimo di prove la Garda Trentino Olympic Week, II tappa dell’Eurosaf Champions Sailing Cup. 500 atleti provenienti dai 5 continenti hanno dato spettacolo nel primo giorno di regate.IMG_9188

Per l’Italia strepitoso avvio di Giulia Conti e Francesca Clapcich nei 49er FX. Bene gli italiani anche nel 470 maschile con due equipaggi nei primi 3 e nelle tavole con Daniele Benedetti e Mattia Camboni primo e secondo.

Nonostante il caldo afoso e la foschia di questi giorni, l’Alto Lago di Garda non ha deluso le aspettative dei quasi 350 equipaggi (per un totale di 500 atleti) provenienti da 55 nazioni e 5 continenti, che oggi hanno iniziato la Garda Trentino Olympic Week, unico appuntamento italiano con tutte le classi olimpiche insieme in 5 diversi campi di regata dislocati tra Riva del Garda, Torbole e Malcesine, la zona più a nord e più ventosa del lago di Garda. Le difficoltà maggiori ci sono state nel campo di regata dei Nacra 17 in cui la direzione del vento da sud ad un certo punto è ruotata più a destra ed ha costretto ad un diverso posizionamento delle boe, che ha rallentato le procedure di partenza tra la prima e la seconda regata. Le condizioni di vento comunque sono state poco stabili per tutti, sia nella direzione che nell’intensità, rimanendo in un range di velocità dai 12 ai 18 nodi. La manifestazione, organizzata dalla Fraglia Vela Riva insieme a Lega Navale Italiana di Riva del Garda, Circolo Vela Arco, Circolo Surf Torbole e Fraglia Vela Malcesine, è uno degli appuntamenti olimpici europei più importanti ed è organizzata sotto l’egida di Federazione Italiana Vela ed Eurosaf.

Le prime regate sono iniziate come da programma alle ore 12 con un vento che man mano è salito durante le ore successive. Due le regate disputate, così come da programma per le classi singole Laser Standard (M), Radial (F) e per il doppio 470 (M e F) e le paralimpiche. Tre invece per i veloci 49er, 49er FX (F), Nacra e tavole RS:X (M e F).

Anche le classi paralimpiche in regata a Malcesine: un vero record dato che anche quest’anno partecipano tutte e tre le classi, cosa che accade solo al Campionato del Mondo. E proprio gli atleti paralimpici hanno voluto far sentire la propria voce, dato che sono stati esclusi, a sopresa, dalle paralimpiadi del 2020, proprio quando il movimento stava prendendo forza e diffusione. Su ogni imbarcazione è stato messo un adesivo #REINSTATEPARALYMPICSAILING, che richiede la riammissione, così come anticipato ieri sera dal Consigliere Federale con delega alle classi paralimpiche Rodolfo Bergamaschi, che nel dare la notizia ha mostrato in anteprima l’adesivo.

Tavole a Vela RS:X – location:Circolo Surf Torbole – 11 F, 23 M
14-16 nodi nel campo di regata delle tavole olimpiche RS:X e tre regate di 20 minuti ciascuna con percorso olimpico (slalom end) disputate nell’area davanti il Circolo Surf Torbole, a cui è affidata la logistica e l’organizzazione in acqua delle regate dei windsurf. Nella categoria maschile dominio del talento Daniele Benedetti che con tre primi precede il suo amico e concittadino Mattia Camboni (Civitavecchia), che lo segue a 5 punti (3-2-3). Terzo con ben 10 punti di svantaggio l’argentino Saubidet Birkner Bautista (11-3-4). Più arretrati gli altri italiani con Federico Esposito settimo e Marco Baglione dodicesimo.

Tra le donne in testa l’ungherese Sara Cholnoky con un 2-1-2, seguita a due punti dalla francese Berenice Meg (1-2-4) e dall’altra francese Lucie Belbeoch (3-4-1). Nessuna italiana in regata.

Laser Standard – location Fraglia Vela Riva- 104 Standard e 52 Radial -
La classe Laser è quella che ha iniziato a regatare per prima con la flotta più numerosa (104 atleti), e per questo suddivisa in due batterie. Tra i maschi ottimo inizio per l’australiano Matt Wearn che ha realizzato due primi. Con un 2-3 è momentaneamente secondo il francese Bernaz e ancora un australiano al terzo posto: Tom Burton a due punti dal secondo. Buon avvio anche per l’italiano Francesco Marrai terzo in parità con Burton (2-3 i parziali). Da segnalare l’Australia protagonista anche in regata 2 con la vittoria di Elliott Luke, che sommata però al decimo in regata 1 è settimo assoluto.

Tra le donne al comando la spagnola Cebrian Martinez De Lagos Alic, che con un primo ed un quarto è in vantaggio di 2 punti sulla belga Evi Van Acker, bronzo a Londra 2012. Ottimi parziali in regata 2 per la lituana Gintare Scheidt (moglie del mitico Robert Scheidt), seconda dopo un undicesimo e per la britannica Snellgrove, prima dopo un quindicesimo nella regata di apertura. ALterna la prima italiana in classifica con Silvia Zennaro che dopo un sedicecesimo ha piazzato un incoraggiante sesto ed è decima.

Nacra 17 – location Fraglia Vela Malcesine – 19 imbarcazioni
Sempre spettacolari i catamarani misti Nacra 17: in testa i neozelandesi Gemma Jones e Jason Saunders che con un 5-2-1 sono al comando con 5 punti di vantaggio sui greci Bekatorou-Trigkonis (2-5-6). Gli azzurri Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, dopo una vittoria in regata 1, hanno concluso la giornata con due ottavi, che li piazzano momentaneamente al terzo posto. Spettacolare scuffia del campionissimo (due medaglie olimpiche e tre Giri del mondo in equipaggio) Iker Martinez con a prua Marina Lopez: nella prima regata finiti in quattordicesima posizione, ma riscattati nella prova successiva che sono andati a vincere.

49er FX – locations Circolo Vela Arco – 23 imbarcazioni
Le azzurre Giulia Conti e Francesca Clapcich confermano l’ottimo stato di forma: con due secchi primi e un secondo sono al comando con 6 punti di vantaggio sulle britanniche Dobson-AInsworth, ottime prime nella terza e ultima regata di giornata. Al terzo posto le finlandesi Kurbay-Kanerva (2-8-4). Buon secondo in regata 2 per le spagnole Echegoyen Dominguez-Betanzos.

49er – locations Circolo Vela Arco – 43 imbarcazioni
La classe 49er è quella che ha finito più tardi, ma ha comunque portato a termine tre regate molto avvincenti. Al momento nettamente primi i tedeschi Heil-Ploessel che con due primi e un secondo sono in testa con 10 punti di vantaggio sui compagni di squadra Schmidt-Boehme (8-3-3). Al terzo posto i polacchi Jjanuszewski-Nowak (4-13-5). I primi italiani sono i triestini Cherin-Tesei, sesti con un terzo nella prima regata, seguito da un 14 e un 6. Buonissimi possibilità di recupero per il trentino Tita Ruggero che potrà risalire la classifica nel momento in cui sarà applicato lo scarto della prova peggiore: Tita, con a prua Giacomo Cavalli, dopo un ritirato nella prima regata, ha realizzato un secondo ed un primo di valore, che – se confermati nelle prossime regate – daranno sicuramente buoni frutti in termine di classifica generale.

470 M – location Lega Navale Italiana sez. Riva del Garda – 22 imbarcazioni
Sivits Kosuta e Jas Farneti con due secondi posti sono in testa davanti all’equipaggio turco timonato da Deniz Cinar (5-1); con le stesse posizioni, ma invertite, seguono gli italiani Emanuele ed Enzo Savoini. Il resto della classifica vede molti equipaggi con prove alterne, quindi dalle prossime regate si delineerà meglio la classifica generale.

470 F – location Lega Navale Italiana sez. Riva del Garda – 16 imbarcazioni
Ottima partenza per le slovene Mrak-Macarol, che con un secondo e un primo sono in testa con 7 punti di vantaggio sulle russe Kiriyuk-Dmitrieva; terze le italiane Elena Berta e Giulia Paolillo.

PARALIMPICHE
Numerosa partecipazione per tutte e tre le classi paralimpiche con 10 nazioni rappresentate ed un buonissimo livello tecnico. 15-18 nodi di vento anche sul campo davanti a Malcesine.

SKUD 18 – Location Fraglia Vela Malcesine, 12 imbarcazioni
In testa l’equipaggio britannico bronzo a Londra 2012 Rickham-Birrel, che hanno dominato in questa prima giornata con due primi. Bene gli azzuri Gualandris-Zanetti che con un terzo e un secondo sono secondi con un punto do vantaggio sui canadesi Mcroberts-Gay (2-4)

2.4 mT – Location Fraglia Vela Malcesine, 13 imbarcazioni
Antonio Squizzato è in testa grazie ad un bel primo e un secondo, davanti allo spagnolo Rafa Andarias e all’altro azzurro Nicola Redavid (2-5)

Sonar – Location Fraglia Vela Malcesine, 7 imbarcazioni
Due primi per i tedeschi Bauer-Brietzke-Krauss, che precedono i britannici Wood, Cattermole-Palmer, protagonisti di un quarto e un secondo. Regolari con due terzi gli spagnoli con al timone Paco Llobet Ballcells. Gli italiani D’Agaro, Solazzo e Pira dopo un buon secondo sono incappati in un sesto ed occupano la quarta posizione provvisoria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136