QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Vela, Garda Trentino Olympic Week: oggi il gran finale. Conti-Clapcich vincono in anticipo sui 49er FX

domenica, 10 maggio 2015

Riva del Garda – La giornata festiva vedrà la conclusione della Garda Trentino Olympic Week con la medal race, finalissima tra i primi 10 di ogni classeGiulia Conti-Francesca Clapcich vincono in anticipo sui 49er FX: la prima vittoria in questa classe dopo i due terzi posti al mondiale e alla Coppa del Mondo di Hyeres.In totale 20 equipaggi italiani nelle medal race di domani

Una giornata intensa quella di ieri per i 500 atleti provenienti da 55 Paesi e per tutto lo staff che contribuisce all’organizzazione della Garda Trentino Olympic Week, II tappa dell’Eurosaf Champions Sailing Cup.

Fin dal primo mattino dalla Fraglia Vela Riva, Lega Navale Italiana, Circolo Vela Arco, Circolo Surf Torbole e Fraglia Vela Malcesine, tutte le classi (tranne 49er) hanno preso il largo per cercare di recuperare anche le prove non disputate venerdì per mancanza di vento. Dopo quattro giorni (3 effettivi di regate) si è così conclusa la fase di qualifica alla medal race, regata finale che si disputerà oggi, a cui accedono i primi 10 di ogni classe olimpica. Per le paralimpiche Sonar, 2.4 mT e Skud si disputeranno invece altre due regate di flotta.

Solo le tavole RS:X, Nacra e Paralimpiche sono riuscite a concludere il programma di giornata già nella mattinata di ieri, mentre Laser Standard, Radial, 49er, 49er FX e 470 nel pomeriggio di ieri sono tornati in acqua per disputare altre regate con vento da sud medio-leggero.

Nacra 17 – location Fraglia Vela Malcesine 10 regate
Quattro regate mattutine per i catamarani misti Nacra 17 con una bella lotta tra gli italiani Bissaro-Sicouri e i neo-zelandesi Jones-Saunders. I due equipaggi si giocano la vittoria assoluta con 2 punti di distacco prima della medal race.

Lotta anche per il terzo psoto dato che in un punto ci sono 3 equipaggi, il fuoriclasse Martinez con Marina Lopez a prua, i greci Bekatorou-Trigkonis e i britannici Gimson-Diamond. Entrano in medal race anche gli altri italiani Bressani-Micol. Otto nazioni rappresentate nella medal race.

49er – location Circolo Vela Arco – 9 regate; 4 equipaggi italiani in medal race
In testa alla classifica il locale Ruggero Tita con a prua Giacomo Cavalli, che – grazie alla riparazione ottenuta nell’ultima prova di giovedi (dopo una collisione) è balzato in testa alla classifica; nelle regate odierne ha saputo mantenere la prima posizione grazie ad un 14, un primo e un terzo: Tita si presenta così alla medal race con 3,5 punti di vantaggio sugli altri italiani Cherin-tesei, in gran forma considerando il 2-3-1 parziali. Otto punti dietro i polacchi Januszewski-Novak. Sette le nazioni rappresentate in medal race.

In medal race anche gli altri italiani Angilella-Zucchetti (sesti), Crivelli-Togni (settimi).

49er FX – location Circolo Vela Arco – 10 regate
Stravincono con un giorno in anticipo Conti-Clapcich, ieri 3-1-8-1 : si presentano alla medal race con 23 punti di vantaggio. Per loro la prima vittoria in 49er FX, che conferma il progresso tecnico.

Con un 4-6-2-5 seguono le spagnole Echegoyen-Betanzos (la timoniera Tamara protagonista dell’oro olimpico a Londra nel match race). Recupero delle tedesche Meyer-Stoffers, terze con un primo e secondo di giornata. In medal race 10 atlete in rappresentanza di 10 nazioni.

Tavole RS:X M – location Circolo Surf Torbole – 10 regate
Cambio al vertice tra i due azzurri Camboni-Benedetti: Mattia Camboni si presenta primo alla medal race con 2 punti di vantaggio sul compagno Daniele Benedetti, grazie ad una giornata positiva con due primi, un quarto e un secondo. Decisamente distaccato il terzo, l’ungherese Gàdorfalvi, 23 punti dietro. In medal race anche gli altri italiani Marco Baglione (settimo) e Federico Esposito (nono). Sei le nazioni rappresentate nella finalissima di oggi.

Tavole RS:X F – location Circolo Surf Torbole – 10 regate
La Francia la fa da padrona con ben tre atlete nelle prime tre posizioni in medal race, rispettivamente con Berenice Meg, Lucie Belbeoch e Claire Tetard. Cinque le nazioni in medal race.

Laser Standard – location Fraglia Vela Riva – 7 regate
I Laser hanno disputato due prove di mattina e una nel pomeriggio di ieri  portando a 7 le regate totali prima della medal race. Entra in medal race al primo posto (con 8 punti di vantaggio sul secondo) il francese Bernaz, ottimo oggi con due primi e un quinto. Robert Scheidt mantiene la terza posizione, in parità di punteggio con il britannico Thompson.

Due gli azzurri nei primi dieci con Francesco Marrai (10-8-20) e Marco Gallo (21-20-8), rispettivamente ottavo e nono. Sette le nazioni rappresentate in medal race.

Laser Radial – location Fraglia Vela Riva – 7 regate
Il bronzo olimpico Evi Van Acker accede alla medal race primissima con 9 punti di vantaggio sulla finlandese Tenkanen (1-6-6). L’italiana Silvia Zennaro accede alla medal race anche se con un po’ di amarezza, considerata la squalifica avuta nell’ultima prova, che l’avrebbe portata ad affrontare la regata finale al quarto posto, anzichè il sesto. Otto le nazioni rappresentate nella finale.

470 M – location Lega Navale Italiana – 7 regate
Italia in medal race con Sivitz Kosuta-Farneti ed Emanuele ed Enzo Savoini rispettivamente al primo e terzo posto. I primi sono in testa con 18 punti di vantaggio (oggi 3-3-1) sui russi Sheremetev Maxim e Mikhail. Sette le nazioni rappresentate con la Korea che schiera due equipaggi in medal race. In medal race anche gli altri italiani Capurro-Puppo, ottavi.

470 F – location Lega Navale Italiana – 7 regate
Hanno sempre mantenuto la testa della classifica le slovene Mrak-Macarol, in medal race con 10 punti sulle svizzere Fahrni-Siegenthaler. In parità di punteggio le russe Kirilyuk-Dmitrieva e le azzurre Berta-Paolillo. In medal race le altre italiane Roberta Caputo-Alice Sinno (ottave) e SCotto Di Vettimo-Carraro.

Classi paralimpiche
Raffiche fino a 25 nodi di vento da nord ieri mattina a Malcesine e dunque regate molto impegnative per gli atleti paralimpici, presenti in tutte e tre le classi. Nella giornata finale previste 2 regate di flotta.

2.4 mT – location Fraglia Vela Malcesine – 7 regate disputate
Primo posto in sicurezza per Antonio Squizzato: l’azzurro in tutto ha accumulato ben 6 vittorie e un secondo per ora scartato; alle sue spalle lo spagnolo Andarias, 13 punti dietro. L’altro italiano Redavid è terzo inseguito a 4 punti dall’olandese Broertjes.

Skud – location Fraglia Vela Malcesine – 7 regate disputate
Anche nello Skud la prima posizione è tranquillamente occupata dai britannici Rickam-Birrel, che sono al comando con8 punti di vantaggio e 6 primi e un secondo come parziali. Seguoo i canadesi Mcroberts-Gay, oggi in crescendo con 1-2-3. A soli 3 punti gli italiani Gualandris-Zanetti, che domani potrebbero provare a superare i canadesi.

Sonar – location Fraglia Vela Malcesine – 7 regate disputate
Appassionante battagli in questa classe in cui in un solo punto ci sono 3 equipaggi: primo l’equipaggio tedesco timonato da Bauer ieri con 1-2-3 e una squalifica in regata 4. A parità di punteggio gli italiani D’Agaro-Solazzo-Pira.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136