QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vela: campionati europei J70 a Riva del Garda. Carlo Alberini in testa dopo tre regate

giovedì, 25 settembre 2014

Riva del Garda – Ai Campionati Europei J70 a Riva del Garda: Carlo Alberini su Calvi Network parte con il turbo. Il primo vero appuntamento continentale con una flotta del nuovo monotipo J70 degna di nota, è iniziato a Riva del Garda con 33 barche al via provenienti da 8 nazioni, che confermano l’ascesa di questo scafo in cui la Fraglia Vela Riva ha creduto fin da subito, organizzando già lo scorso anno la prima Eurocup, nonostante l’esiguo numero di barche che in Europa erano state consegnate. Già boom negli Stati Uniti, il J 70 sta avendo buon successo per le sue caratteristiche performanti, ma allo stesso tempo facilmente gestibili anche da equipaggi non professionisti, che cercano nelle regate anzitutto divertimVela - J70ento.

AL DEBUTTO

La prima giornata dei Campionati Europei J70 non poteva andare meglio: gli oltre 30 equipaggi hanno disputato in tutto 3 prove con vento da sud, che inizialmente è rimasto tra gli 8 e i 12 nodi, dando così la possibilità di mettere a punto la barca con una certa tranquillità e prendere confidenza con il campo di regata e tutta la flotta; nelle successive due prove l’”ora” è aumentata fino a 16 nodi per tornare più tranquilla nel finire della terza prova, garantendo spettacolo e regate tecnicamente avvincenti, che hanno messo in evidenza gli equipaggi italiani, primo tra tutti il leader del circuito nazionale Carlo Alberini su Calvi Network, tra britannici e sloveni. L’armatore/timoniere Alberini, da anni tra i leader delle regate monotipo, non si è fatto intimorire dalla flotta numerosa, che per la prima volta si è trovato ad affrontare in J70: il pesarese infatti ha piazzato una vittoria e un secondo posto, confermati nell’ultima prova di giornata da un altro secondo, che gli permettono di avere ben 12 punti di vantaggio sui britannici di Baby J (Esse Charlie), primo equipaggio non professionista “Corinthian”. Baby J dopo un 11esimo ha vinto la seconda prova e ha piazzato un quinto nella regata finale di giornata, portandosi al secondo posto, sebbene in parità di punteggio con l’italiano Sasha Grey Sailing team di Mario Beraha, un po’ più regolare con un 3-6-8.

Quarto posto provvisorio per lo sloveno Team Ceeref, vecchia conoscenza delle regate dell’impegnativo monotipo RC 44, la barca ideata dal campionissimo quanto discusso “signor Coppa America” Russell Coutts; Igor Lah, coaudiuvato da Michele Ivaldi alla tattica, ha iniziato con un ottimo secondo per poi chiudere con un 9-7, a ridosso di un solo punto dalla top 3.

L’unico scarto possibile sarà applicato dopo la sesta prova sulle possibili 10 totali; lo staff tecnico della Fraglia Vela Riva insieme alla classe J70 e al Comitato di regata per la giornata odierna ha deciso di partire alle ore 9 con probabile vento da nord, per poi proseguire la giornata con il cambio direzione del vento da sud. Vedremo se altri equipaggi titolati, come lo spagnolo bronzo olimpico a Savannah nel 470 Hugo Rocha, a bordo di New Territories, avanzerà in classifica dopo lo scarto, considerato il fatto che dopo un 20, ha realizzato un settimo e un terzo. Nella top ten infatti ci sono molti equipaggi che potrebbero avanzare in classifica e questo dà sicuramente interesse alla manifestazione, partita sicuramente con il vento giusto!


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136