Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Varenna e Ponte di Legno ricordano l’architetto Monico: il 4 ottobre gli sarà dedicata la passerella a lago

mercoledì, 30 settembre 2020

Varenna – L’architetto Giorgio Monico ha legato il suo nome a Milano, Varenna, in provincia di Lecco, dove ha ricoperto per 21 anni la carica di sindaco, e Ponte di Legno (Brescia), dove il professionista ha ideato e realizzato opere, tra cui l’albergo “Mirella”, fiore all’occhiello della località dalignese.

Passerella Varenna intitolata - architetto Giorgio MonicoDomenica 4 ottobre a Varenna (Lecco) è in programma la cerimonia per l’intitolazione della passerella a Giorgio Monico, primo cittadino del paese lariano per quattro lustri, dal 1972 al 1993, e promotore dell’intervento della passeggiata a lago, inaugurata il 27 febbraio del 1983.

Giorgio Monico (Varenna 1924 – Milano 2012), laureatosi in architettura presso il Politecnico di Milano, svolse nel capoluogo lombardo, fin dal 1951, la sua intensa attività professionale con numerosi e importati committenti. Legatissimo al suo paese natale, ove tornava spesso nei momenti di libertà, rafforzò a partire dagli anni ‘70 il suo legame con la comunità varennese, assumendone la guida amministrativa.

Durante il suo incarico sindacale, nel 1976, Monico concepisce l’idea della “Passerella degli Studiosi” (così soleva nominarla, rammentando coloro che frequentavano i corsi della Scuola Internazionale di Fisica, fondata da Enrico Fermi, presso Villa Monastero), che possa collegare il nucleo storico di Varenna con la località di Olivedo. Un progetto dal percorso tortuoso, che deve superare complesse questioni tecniche, amministrative ed economiche, ma che giungerà infine alla realizzazione nel 1983.

La narrazione di questo progetto, frutto di una ricerca documentale, accompagnata da alcuni bozzetti e scritti autografi di Giorgio Monico e da un corpus di immagini d’epoca, ma pure recenti, è al centro dell’opuscolo Passerella Giorgio Monico: un sogno diventato realtà, desiderato e redatto dalla famiglia Monico in occasione dell’intitolazione. Si tratta di una testimonianza
filologica dell’uomo e dell’amministratore, ma pure di un sogno che si è concretizzato.

Giorgio Monico 1La cerimonia del prossimo 4 ottobre rappresenta il traguardo dell’iniziativa del Comune di Varenna, che ha accomunato la decisione di dedicazione dell’opera, ad un rinnovamento strutturale ed estetico della stessa. L’intervento di rifacimento della pavimentazione della passerella, iniziato lo scorso marzo e sospeso nel periodo dell’inevitabile fermo stabilito dai provvedimenti di contrasto alla pandemia da Covid-19, è stato infine concluso nel mese di giugno.

Il programma della cerimonia prevede il ritrovo alle 11.30 in Largo Enzo Venini (località Olivedo), con la partecipazione delle autorità e del Vice Presidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala. Dopo i discorsi delle autorità e il disvelamento delle targhe che indicheranno il toponimo ”Passerella Giorgio Monico”, si terrà una passeggiata simbolica e comunitaria lungo la passerella, fino alla “Cortesella” accanto al Molo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136