QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Valli di Fiemme e Fassa in sella: ottava edizione della Marcialonga Cycling Craft. Le strade chiuse da Predazzo a Aldino

sabato, 28 giugno 2014

Predazzo – Marcialonga Cycling Craft, il conto alla rovescia è agli sgoccioli. Domani a Predazzo sono attese migliaia di ruote fine decise a calcare i due itinerari dolomitici tra Val di Fiemme, Val di Fassa e qualche sortita in Alto Adige e nel bellunese.

Doppia proposta quindi per quanto riguarda i percorsi, che leggono distanze di 80 km e 135 km con la salita di Monte San Pietro e il passo Lavazé comuni ad entrambe, dopodiché, una volta transitati per Tesero, i mediofondisti rientreranno a Predazzo, mentre coloro che avranno optato per il tracciato granfondo affronteranno i passi San Pellegrino e Valles prima dell’arrivo. Ci sono anche due GPM, ovvero al Lavazè (Craft) e al San Pellegrino (ITAS Assicurazioni).

Tra gli oltre 2000 iscritti in partenza, provenienti da ogni angolo del globo, spiccano i nomi degli uomini e donne da podio, vale a dire Bordignon, Orsucci, Kairelis, Cunico, Podestà e Schartmueller, Gentili, Gazzini, Avanzi, Vaccaroni, Gallo, Mabritto e Bee. In palio ci sono anche punti pesanti per quanto riguarda il circuito Alé Challenge e la Combinata Punto3 Craft. Ecco allora che la sfida è lanciata. Le iscrizioni rimangono aperte anche oggi.

LE STRADE CHIUSE
A partire dal mattino di domani alcune strade saranno interessate dal passaggio dei corridori, a cominciare dalla SS 48 delle Dolomiti dove il gruppone correrà compatto in uscita da Predazzo dalle ore 8,00 fino ad incontrare la SP 72 nel comune di Aldino (BZ). I tratti successivi nelle varie località e sui passi saranno chiusi e riaperti al traffico per il tempo necessario al passaggio degli atleti. I disagi alla viabilità, assicura il team organizzatore, saranno minimi e per una mattinata l’invito può essere quello di correre a fare il tifo e incitare i ciclisti lasciando la macchina in garage.

Tutto viene fatto al fine di garantire la massima sicurezza ai corridori e il massimo divertimento a tutti, in gara e non. D’altronde Marcialonga, in tutte le sue declinazioni, non significa solo amare lo sport e praticarlo insieme a migliaia di persone che per un giorno diventano compagni di avventura o grandi rivali, ma anche farlo in un ambiente che non ha eguali, portando un indotto economico al territorio che è di beneficio a residenti e turisti.

PROGETTO ATHLETES HUB
La novità è il progetto di ricerca Athletes Hub che punta a creare uno spazio di condivisione esclusivo per sportivi e l’evento Marcialonga Cycling Craft intende sostenere questa nuova piattaforma social. Rimanere in contatto con altri sportivi, monitorare risultati ed avere dati sulla prestazione sono tra i fini di Athletes Hub anche riferito all’evento di domenica. Il progetto è ancora in fase di sviluppo, si prevede il lancio ufficiale a fine anno, ma è possibile fin da ora registrarsi – anche dal sito Marcialonga cliccando l’icona “Athletes Hub” – e scoprire tutti gli aggiornamenti nei prossimi mesi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136