QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Un successo i fuochi d’artificio a Lavarone. Grande attesa per la Laternata

sabato, 13 agosto 2016

Lavarone – Il lago di Lavarone si è illuminato a giorno e adesso si attende la Laternata che darà un tocco in più alla vacanza nel Comprensorio dell’Alpe Cimbra.

FuochI LAVARONE

FUOCHI D’ARTIFICIO

Da sempre i fuochi d’artificio con la loro magia, le luci, lo scintillio, il fragore sono uno spettacolo che attira grandi e piccini. E ieri sera la magia si è rinnovata richiamando migliaia di persone, soprattutto turisti. I fuochi sono stati inseriti in una cornice ricca di storia, natura e tradizioni, come quella del lago di Lavarone, e ieri sera l’atmosfera è diventata surreale. I mille colori dei  fuochi si sono specchiati come stelle cadenti sulle verdi acque del lago, i loro suoni hanno avuto una risonanza naturale nella montagna dolomitica del Becco di Filadonna che domina come un guardiano silenzioso sul lago e su tutta la vallata di Lavarone.

In questo contesto “Acqua e Fuoco” sono diventati un binomio indissolubile, capace di trasportare gli spettatori in angoli nascosti della fantasia e dell’immaginazione. Fino a chiudere gli occhi e immaginare l’Imperatore d’Austria e la sua corte, che era solito soggiornare al lago di Lavarone, vivere le stesse emozioni,oppure Sigmund Freud ridere divertito dinanzi a si tanta bellezza.

Tutti gli anni ad agosto è proprio sul Lago di Lavarone, con le sue acque che al tramonto diventano verde smeraldo, che i fuochi d’artificio danno vita allo “Specchio delle Stelle”, uno spettacolo incredibile e tutti i turisti con il naso all’insù vivono l’emozione di vedere i fuochi specchiarsi sull’acqua e con un pò di fortuna qualche stella cadente.

LATERNATA DA FIABA 

Dopo l’evento di ieri sera, sulle rive del lago di Lavarone la magia continua domani (14 agosto) con una “Lanternata da fiaba”: le luci delle candele e delle fiaccole attenueranno il buio della sera, il suono della tromba proveniente dal lago indicherà la direzione da seguire, le lanterne dei partecipanti illumineranno il cammino e, nel buio, i cantastorie racconteranno la fiaba dell’Alpe Cimbra con in suoi protagonisti la Frau Pertega, l’Orso Prunnpeer, Tȕsele Marȕsele fino ad arrivare alla casa dello Stregone Bertold alla Prombis dove verrà preparata la pozione magica a base di erbe aromatiche e frutti di bosco dell’alpeggio, ovviamente zuccherata con lo squisito Miele prodotto sull’Alpe Cimbra. La partenza è alle 21 di domani dal parcheggio Lago Nord.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136