QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trento Film Festival: la prima mondiale di Eyelid del regista Francesco Mattuzzi. Tutti gli eventi di giornata

martedì, 5 maggio 2015

Trento - Saranno 25 i film proiettati per il programma cinema della sesta giornata del 63esimo Trento film Festival, oggi, in vari luoghi della città. Il programma entra nel vivo con sei documentari della sezione “Concorso” al cinema Modena: Life in Paradise, sulla convivenza forzata tra una comunità alpina svizzera e un gruppo di immigrati clandestini (ore 17); Les Tourmentes, sulla vita dei pastori nella regione della Lozere, nel sud della Francia, tra aneddoti e stregonerie (ore 19.30) e la prima mondiale di Eyelid (21.15), del regista roveretano Francesco Mattuzzi con Renato Rinaldi, su un avveniristico rifugio suEyelid 1l monte Elbrus, vetta più alta della Russia.

Tra i film in concorso della giornata anche Aghal di Esmaeel Monsef, sulla storia di un musicista per matrimoni che si ritrova a un funerale in uno sperduto villaggio iraniano (19.00); Coming of Age di Teboho Edkins, sull’amicizia di due ragazze che vivono in un minuscolo paese sulle montagne sudafricane del regno del Loseotho, in Sud Africa (21.45), e House with small Windows di Bulent Ozturk, su un caso di adulterio in una piccola comunità del Kurdistan.

Nella sezione “Orizzonti vicini” sarà presentato il documentario Insider – Outsiders (cinema Modena, ore 19.15) sul percorso per ottenere la cittadinanza italiana del ventunenne Oumar, nato e cresciuto a Bolzano da genitori senegalesi, e Il fronte di fronte di Lucia Zanettin, sui ricordi della prima guerra mondiale con protagonisti gli abitanti di un piccolo villaggio di una valle trentina (cinema Modena, 19.30). Nella sezione “Terre Alte” da segnalare il documentario Minerita (ore 17.15, cinema Modena) di Raul de La Fuente, sulla storia di un gruppo di donne boliviane che lavorano in una miniera e cercano di difendersi dalle violenze dei minatori e a seguire La ciudadela di Ruben Guzman, sulla quotidianità di tre persone in Patagonia. Per la sezione “Anteprime” sarà proiettato Dukhtar, la storia di un matrimonio combinato nelle isolate montagne pakistane, candidato dall’Afghanistan agli Oscar 2015 per il premio film straniero (alle 21.00 al Supercinema Vittoria).

Per la sezione Alp&ism in programma 6 documentari al cinema Modena e al Supercinema Vittoria: al cinema Modena dalle 15.30 i documentari Artist on Jorasses, Renè Vernader, Passion d’Ouverture e Solo. Esacala a la Vida. In prima serata, dalle 18.45, al Supercinema Vittoria, i documentari Always above us su una spedizione in Tibet nel 1999 e Africa Fusion sugli alpinisti Alex Honnold e Hazel Findlay durante un viaggio nel sud dell’Africa, partendo dalle incredibili pareti di granito rosa della Namibia per arrivare alle spettacolari rocce rosse di Waterval Boven.

Tutti i giorni si terranno gli incontri con gli autori e registi presenti alle 12, presso lo Spazio Incontri in piazza Fiera. Oggi l’appuntamento sarà con con Eloise Barbieri, regista di Sui miei passi. Viaggio nell’altro Afghanistan (Proiezioni speciali), Teboho Edkins, regista di Coming of Age (Concorso) e Lucia Zanettin, regista di Il fronte di fronte (Orizzonti vicini).

Incontri, libri e eventi speciali
La quinta giornata del festival parte alle ore alle 8.45 con il “Racconto itinerante con Enrico Brizzi al Doss Trento”, una passeggiata in compagnia dello scrittore Brizzi (partenza alle ore 9.00 dalla funivia di Sardegna), e chiude alle 21.00 al Teatro Sociale con lo spettacolo “Le mille anime dell’India. Come il viaggio può trasformarci e trasformarsi in una cosa giusta” di e con Giuseppe Cederna.

Tra gli altri eventi alle 11 la la presentazione di “Ottant’anni che son quassù. 1934-2014: storie, memorie e personaggi della Madonnina della Vigolana” di Augusto Rossetto (edizioni Il Geko) sulla vita, i ricordi e la gente dell’altopiano della Vigolana (piazza Fiera per MontagnaLibri). Qui sarà presentato anche “Trentino outdoor. Il Trentino dalle dolomiti al Lago di Garda. Montagne, Laghi, Vallate, Floria e Fauna” di Alessio Bertoli (ore 17).

Alle 11.30 si terrà l’inaugurazione della mostra “La riscoperta delle dolomiti”, una mostra curata della Sat e della Fondazione Dolomiti Unesco alla presenza di Mauro Gilmozzi, assessore alle infrastrutture e all’ambiente della Provincia autonoma di Trento (casa della Sat, in via Manci).

In programma per la quinta giornata la presentazione del premio Itas “Montagnav(v)entura 2015 con la premiazione dei vincitori (ore 15 del Libro della montagna alla presenza dei vincitori (casa Itas, piazza delle Donne lavoratrici).

Nel Parco dei Mestieri, alle ore 16.30, si terrà l’incontro con Diego Zeni, artigiano di Isera per un appuntamento dal titolo “L’artista del ferro vecchio”. L’artigiano sarà intervistato dai giornalisti di “Vita Trentina” presentando i suoi capolavori ricavati da utensili in ferro: zappe, chiodi, tenaglie.

Alle 18 si terrà l’incontro dal titolo “Nuovi Format Video per il racconto di Esperienze” a cura di Interplay Software. Si parlerà dei casi di successo come TrentoVivo e i castelli del Trentino. Saranno presenti i rappresentati del Trentino Film Commission.

di Alberto Panzeri


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136