QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trento: domani convegno su “lavoro e nuove opportunità”. Francesca Gino racconta la sua storia di successo

mercoledì, 7 gennaio 2015

Trento – Un convegno su “Lavoro e nuove opportunità: una storia di successo femminile”. E’ il tema del convegno che si terrà giovedì 8 gennaio – con inizio alle 16.30 – presso la sede della Provincia di Trento. Il convegno è  a cura della Consigliera di parità in collaborazione con l’assessorato alla pari Opportunità e l’assessorato provinciale Svilippo Economico e Lavoro.

Il pezzo forte del convegno sarà l’intervento di Francesca Gino (nella foto): a 37 anni, dopo essersi laureata in economia con il massimo dei voti all’Università di Trento, insegna economia aziendale all’Università di Harward, dove collabora come professoressa affiliata con il programma sulla negoziazione anche al progetto mente, cervello, iniziative, comporfrancesca-gino1tamento.

Nel suo ultimo libro, dal titolo “La scelta giusta”, uscito nel 2013, ha cercato di far capire come uomini e donne reagiscono agli stimoli esterni e assumono, in modo diverso gli uni rispetto alle altre, le proprie decisioni. Argomenti di cui Francesca Gino, originaria di Tione, una donna trentina di successo, vincitrice due anni fa del premio “Cumming scolary a Word” attribuito a giovani ricercatori e nel 2014 del premio del Consolato Italiano di Boston come “giovane promessa” fra gli italiani all’estero, interverrà domani alle 16.30 nella sala Belli del Palazzo della Provincia, in piazza Dante  a Trento, in occasione di un convegno organizzato dalla Consiglierà di parità in collaborazione con l’Assessorato alle Pari opportunità e l’Assessorato allo Sviluppo economico e Lavoro della Provincia autonoma di Trento.
I RELATORI

Al convegno, intitolato “Lavoro e nuove opportunità: una storia di successo femminile” interverranno, accanto alla Consigliera di parità, Eleonora Stenico, ed alla dirigente generale dell’Agenzia del Lavoro Antonella Chiusole, che coordinerà i lavori, l’assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi, l’assessora alle pari opportunità Sara Ferrari e la professoressa Barbara Poggio, delegata del Rettore dell’Università degli Studi di Trento alle pari opportunità.

La ricerca di Francesca Gino si concentra sul giudizio e il processo decisionale, la negoziazione, l’etica, la motivazione, la produttività e la creatività. Il suo lavoro è stato pubblicato su riviste che si occupano di psicologia e di gestione aziendale. I suoi studi sono stati presentati sul The Economist, the New York Times, Newsweek, Scientific American, psychology Today, the Wall Street Journal. Oltre ad insegnare, consiglia imprese profit e non profit nei settori della negoziazione, del processo decisionale e del comportamento organizzativo. Laureatasi in Economia a Trento con 110 e lode, consegue il Ph.D.in Economia e Managment presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Dopo il primo anno, presso la Sant’Anna, si trasferisce come Visiting student presso l’Università di Harvard e nel 2004 consegue il dottorato in Economia. Il suo ultimo libro, pubblicato anche in Italia con il titolo “La scelta giusta” (2013 ) permette di capire come uomini e donne reagiscono agli stimoli esterni e assumono le proprie decisioni. Come uomini e donne decidono secondo parametri diversi. L’obiettivo era chiaro, eppure siamo finiti fuori strada. La strategia era perfetta, però abbiamo mancato clamorosamente il bersaglio. Volevamo una cosa e abbiamo ottenuto l’esatto contrario. Perché? Magari non ne siamo consapevoli, ma fattori apparentemente irrilevanti possono avere profonde conseguenze sulle nostre decisioni e i nostri comportamenti.  Francesca Gino da tempo si dedica allo studio degli ambiti e delle situazioni in cui operiamo delle scelte (da quelle ordinarie a quelle eccezionali) e ha identificato le forze che entrano in gioco quando tali scelte sono in conflitto con gli obiettivi prefissi: le forze che provengono da noi, in quanto esseri umani soggetti all’emozione e all’errore; le forze originate dai nostri rapporti con gli altri, scaturite dalle relazioni sociali, e le forze dal mondo esterno, originate dall’ambiente. influenze interne o esterne che finiscono per farci deragliare anche quando la strada sembra certa e sicura. Con spiegazioni chiare, condensate in una serie di brevi principi chiave, Francesca Gino ci insegna a riconoscere quando e perché manchiamo gli obiettivi e come possiamo correggere le sottili influenze che intervengono a modificare le decisioni più importanti. E lo farà anche al convegno di Trento, dialogando in particolare con l’assessore Alessandro Olivi e la professoressa Barbara Poggio, un’altra donna di successo.

L’incontro sarà allietato da intermezzi musicali a cura della Scuola Musicale “Il Diapason”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136