QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Trento-Bondone: Faggioli vince per la sesta volta. A Merli non basta il suo personale: le classifiche

domenica, 6 luglio 2014

Trento - Le distanze si riducono, ma il ranking non cambia. Simone Faggioli(FOTO) si aggiudica per la quinta volta consecutiva la Trento – Bondone, la sesta in carriera, e Christian Merli si deve accontentare del secondo posto, stavolta a soli 3 secondi dal pilota fiorentino.1758

Non ci sono spazi per recriminazioni, perché il driver di Fiavé ha dato quello che poteva, riducendo al minimo il gap dal suo avversario nel Civm, e può tenersi stretta questa “medaglia d’argento” (la terza conquistata a Vason) in attesa di giocarsela alla pari, in tutto e per tutto, prima o poi. Le migliaia di persone che hanno gremito gli spazi a bordo strada fin dal venerdì hanno assistito ad una edizione quasi perfetta della gara, non solo perché non si sono registrati incidenti o interruzioni di sorta o perché le condizioni meteo si sono rivelate ideali, ma anche perché il lotto dei partenti era davvero qualificato e i mezzi assai performa nti. Faggioli non ha abbattuto il record dello scorso anno, è vero, fermandosi a 9’22”15, ma quest’anno era alla guida di una vettura nuova, alla sua prima assoluta su questo percorso, che ha richiesto molto lavoro per migliorarne le prestazioni nella due giorni trentina, ma Merli ha abbassato ancora il proprio personale, fissato in 9’25”82, così come Rosario Iaquinta ha stabilito il nuovo record per la classe Cn (10’04”49).

Fin dai primi intertempi si è capito che la differenza fra i due big era minima, ma costante e difficile da modificare, in assenza di un accadimento non prevedibile. Così è stato e nessuno si è stupito. Dietro a loro brilla la stella del giovane calabrese Domenico Scola (Osella Pa 2000), che alla sua prima esibizione trentina ha già fatto capire di che pasta è fatto. Sentiremo parlare ancora di lui. Sotto il muro dei dieci secondi anche Federico Liber c on la piccola Formula Gloria. Il più felice di tutti, forse, è però Rosario Iaquinta (Osella Pa 21 Evo), che ha non solo vinto il braccio di ferro con Omar Magliona nella sfida per il primato nella classifica dei gruppo Cn, ma ha anche stabilito, come accennato, un tempo da urlo. Non deve passare sotto silenzio nemmeno la bella prestazione del lussemburghese David Hauser, un altro giovane, che si è cimentato per la prima volta nella Trento – Bondone al volante della nuova Wolf GB/08. Rimanendo nella top ten, detto di Magliona (7°), ricorderà a lungo questa edizione Diego Degasperi (8°), che con la piccola Radical ha vinto il personale braccio di ferro con Achille Lombardi (9° con la stessa vettura) con un gran tempo: 10’15”05. Soddisfatto Adolfo Bottura, che sabato non aveva potuto testare la sua Lola B99/50 Zytek a causa di un problema alla frizione: la decima piazza e la seconda fra le monoposto vale molto. C osì come il 12° posto assoluto di Gino Pedrotti (Formula Renault). Da rimarcare il fatto che Denny Zardo, al via con Osella che usava Faggioli lo scorso anno, non ha preso il via dopo essersi persuaso che non avrebbe potuto essere competitivo.

Nel gruppo Gt esulta il padovano Roberto Ragazzi (Ferrari 458 Superchallenge), che ha vinto il braccio di ferro con il trentino Marco Cristoforetti (Porsche 911), sovvertendo i valori evidenziati dalle prove: 11’08”15 contro 11’14”44. Terzo posto per il camuno Ilario Bondioni (Porsche 997), mentre mastica amaro il debuttante Ignazio Cannavò (Lamborghini Gallardo), che dopo un testacoda si è trovato con il motore spento. Va a Fulvio Giuliani (Lancia Delta Evo) il successo nel gruppo E1, che ha conteso a Marco Gramenzi (Alfa 155 V6), secondo a nove secondi da lui: entrambi hanno guadagnato punti importanti per la rincorsa al titolo, sempre più aperta, con Gramenzi a quota cinque vittorie contro le quattro di Giuliani. Nella Classe A, tutti si attendevano un duello tra i trentini Giorgio De Tisi e Tiziano Nones, e così è stato. Ad avere la meglio è stato il lagarino De Tisi su Citroën C4, che con la sua so lita spettacolare guida “rallystica” ha aggredito il tortuoso tracciato da Montevideo a Vason, coperto in 10’48”63, 18° tempo assoluto. Staccato di circa 8 secondi, il trentino Tiziano Nones (Citroën Xsara Wrc), che si è così dovuto accontentare della piazza d’onore. A completare il podio, ad oltre 20 secondi dal vincitore, l’altoatesino Rudy Bicciato (Mitsubishi Lancer), che coglie così pesantissimi punti in chiave Civm. Da sottolineare la stupenda prova del giovane trentino Michael Valentini su Peugeot 306 Maxi, pilota che non scende spesso in pista, comunque capace di chiudere quarto a 38 secondi da De Tisi. Quinta a 40” dal vincitore la “dama” Gabriella Pedroni su Mitsubishi Lancer Evo. La sua migliore prestazione da quando è alla guida della “Mitsu”. Chi non è arrivato al traguardo è stato Maurizio Pioner, la cui Mistubishi Lancer lo ha abbandonato un chilometro dopo Candriai a causa dello sfilamento del manicotto, quando era terzo nel gruppo A.

Nella Classe N ha rispettato pienamente i pronostici Armin Hafner, che con la sua Mitsubishi Lancer 3000 ha fermato il cronometro a 11’19”46, un tempo non eccelso, ma che risente dell’imprevisto capitatogli all’altezza di Candriai, dove ha dovuto superare un’auto. Come da previsione, il suo avversario più agguerrito si è rivelato il sorrentino Antonino Migliuolo, pure lui a bordo di una Lancer, secondo a oltre 11” dal vincitore di categoria. Ben più distanti gli altri rivali, come Mario Murgia (Mitsubishi Evo X), che ha chiuso terzo a quasi 47”. Ai piedi del podio Cosimo Rea e Giovanni Regis, che si sono contesi sino all’ultimo metro il record della classe N1600: a spuntarla, per soli 4 decimi, è stato Rea, che ha fatto registrare un ottimo 12’17”76, nuovo primato della categoria.

Nella RS, invece, successo di Oronzo Montanaro su Mini Cooper, che ha chiuso la gara in 12’21”61, staccando di 23 e 30 secondi rispettivamente Mario Tacchini (Mini Cooper) e Nicola Novaglio (Renault New Clio).

Le classifiche complete classe per classe della Trento-Bondone

N1600
1 REA Cosimo Citroen Saxo I N1600 12:17.76 84.42
N2000
1 MATTIVI Michael Renault Clio RS I N2000 12:20.88 84.06
2 MACALLI Marcello Renault Clio Light I N2000 12:22.77 +1.89
3 RAINER Gino Honda Civic Type R I N2000 12:36.04 +15.16
4 DA ROS Michele Renault Clio RS I N2000 12:53.53 +32.65
N3000+
1 HAFNER Armin Mitsubishi Lancer I N3000+ 11:19.46 91.66
2 MIGLIUOLO Antonino Mitsubishi Lancer I N3000+ 11:30.97 +11.51
3 MURGIA Mario Mitsubishi Evo X I N3000+ 12:06.28 +46.82
4 SCHEIBER Gerhard Subaru Impreza A N3000+ 12:51.53 +1:32.07
A1600
1 GILLI Paolo Citroen Saxo I A1600 11:57.80 86.77
2 BARUCHELLI Dario Renault Clio I A1600 12:03.25 +5.45
3 MASIERO Emanuele Citroen Saxo VTS I A1600 12:45.03 +47.23
4 CAPUZZO Maurizio Renault Clio 16v I A1600 13:06.10 +1:08.30
5 DEMATTE Nicola Citroen C2 R2 I A1600 13:13.24 +1:15.44
A2000
1 CENEDESE Ivano Renault New Clio R3 I A2000 11:44.11 88.45
2 XANTHAKOS Marios Renault Clio R3 GR A2000 11:46.18 +2.07
3 GRAZIOSI Giancarlo Peugeot 207 Super 2000 I A2000 11:47.70 +3.59
4 GIAMPICCOLO Marco Citro_n DS 3 I A2000 12:06.03 +21.92
5 PARRINO Rosario Honda Type R I A2000 12:15.33 +31.22
6 BEGHER Walter Renault Clio I A2000 12:26.36 +42.25
A3000+
1 DE TISI Giorgio Citroen C4 I A3000+ 10:48.63 96.02
2 NONES Tiziano Citroen Xsara WRC I A3000+ 10:57.32 +8.69
3 PEDRONI Gabriella Mitsubishi Lancer Evo VIII I A3000+ 11:29.09 +40.46
E1 1400
1 RIGO Michele Volkwagen Polo I E1 1400 12:43.71 81.55
2 TERLIZZI Raffaele Peugeot 106 Rallye I E1 1400 12:51.88 +8.17
3 WEBER Stefano Citroen AX GTI I E1 1400 13:02.91 +19.20
E1 1600
1 GHIRARDO Michele Honda Civic EK4 I E1 1600 11:40.13 88.95
2 TURRIN Tiziano Citroen Saxo I E1 1600 11:56.63 +16.50
E1 1600T
1 RICCIO Ciro Fiat 500 Abarth I E1 1600T 13:22.30 77.63
E1 2000
1 AMATO Daniele Opel Astra Kit Car I E1 2000 11:43.65 88.51
2 PISANO Egidio Volkswagen Golf GTI D E1 2000 11:47.85 +4.20
3 SCHENA Damiano Renault Clio Cup I E1 2000 11:57.34 +13.69
E1 2000+D
1 LEPORATI Giorgio Alberto BMW 330 D I E1 2000+D 13:53.02 74.76
E1 3000
1 GRAMENZI Marco Alfa Romeo I E1 3000 10:56.85 94.82
2 ZUCOL Nicola BMW 318 I E1 3000 12:22.94 +1:26.09
3 ZARPELLON Giuseppe BMW M3 I E1 3000 12:26.40 +1:29.55
E1 3000+
1 GIULIANI Fulvio Lancia Delta I E1 3000+ 10:47.35 96.21
2 JELINEK Mike Subaru Impreza Evo 2 A E1 3000+ 11:56.30 +1:08.95
3 ZUCOL Claudio BMW 325 E30 I E1 3000+ 12:17.14 +1:29.79
4 MASSARO Michele BMW M3 E92 I E1 3000+ 12:35.68 +1:48.33
GT3000+
1 CRISTOFORETTI Marco Porsche 911 GT 3R I GT3000+ 11:14.44 92.34
2 BONDIONI Ilario Porsche 997 GT3 Cup I GT3000+ 11:25.37 +10.93
3 FRIJO Sebastiano Porsche 996 I GT3000+ 11:43.37 +28.93
CN/E2-SC1600
1 DE GASPERI Diego Radical Prosport I CN/E2-SC1600 10:15.05 101.26
2 LOMBARDI Achille Radical SR4 I CN/E2-SC1600 10:20.81 +5.76
3 VENTURI Paolo Elia Avrio ST 09 Evo I CN/E2-SC1600 11:15.26 +1:00.21
4 URTHALER Alexander Radical SR4 I CN/E2-SC1600 11:19.04 +1:03.99
5 MARIOT Mario Elia Avrio ST 09 I CN/E2-SC1600 11:53.06 +1:38.01
6 DRAGO Andrea Erberth R3 I CN/E2-SC1600 11:57.03 +1:41.98
7 GOTTARDI Walter Gi-Pi Sport Honda I CN/E2-SC1600 12:27.81 +2:12.76
8 CONCI Mario Sanetti Honda I CN/E2-SC1600 14:00.11 +3:45.06
CN/E2-SC2000
1 MERLI Christian Osella PA 2000 I CN/E2-SC2000 9:25.82 110.07
2 SCOLA Domenico Osella PA 2000 I CN/E2-SC2000 9:48.14 +22.32
3 IAQUINTA Rosario Osella PA 21 Evo I CN/E2-SC2000 10:04.49 +38.67
4 MAGLIONA Omar Osella PA 21/s Evo I CN/E2-SC2000 10:09.10 +43.28
5 MACARIO Paride Lobart – LA 01/3 I CN/E2-SC2000 10:25.27 +59.45
6 PIFFER Luca Osella PA 21/S Evo I CN/E2-SC2000 10:42.28 +1:16.46
7 CAPUCCI Marco Osella PA 21/s I CN/E2-SC2000 10:42.64 +1:16.82
8 MORATELLI Matteo Osella PA 21 I CN/E2-SC2000 10:54.10 +1:28.28
9 CRESPI Stefano Osella PA 21/s I CN/E2-SC2000 11:03.06 +1:37.24
10 TESSARO Denis Ligher JS 51 I CN/E2-SC2000 11:46.84 +2:21.02
CN/E2-SC3000
1 FAGGIOLI Simone Norma M20 FC I CN/E2-SC3000 9:22.15 110.79
2 MENEGHETTI Renzo Lucchini BMW 06 I CN/E2-SC3000 10:40.12 +1:17.97
3 MAGGIANI Renzo Osella PA 20/s I CN/E2-SC3000 11:14.39 +1:52.24
D/E2-SS1600
1 RONCONI Daniela Formula Gloria C8F I D/E2-SS1600 11:08.14 93.21
2 BUTTOLETTI Graziano Gloria B5 I D/E2-SS1600 11:35.13 +26.99
D/E2-SS2000
1 PEDROTTI Gino Formula Renault I D/E2-SS2000 10:27.66 99.23
2 WEBER Christophe Dallara F302-04 CH D/E2-SS2000 10:37.51 +9.85
3 WEBER David Dallara F302-04 CH D/E2-SS2000 10:49.30 +21.64
4 PEDRINI Thomas Renault Formula Master I D/E2-SS2000 11:01.32 +33.66
D/E2-SS3000
1 BOTTURA Adolfo Lola B99/50 Zytek I D/E2-SS3000 10:22.88 99.99
2 RIVA Tiziano Reynard 92D Cosworth CH D/E2-SS3000 10:56.21 +33.33
3 GALLINI Severino Lola B99/50 Judd I D/E2-SS3000 11:12.72 +49.84

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136