QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tour de Ski a Dobbiaco: risultati e classifiche. Da domani in Val di Fiemme

venerdì, 8 gennaio 2016

Dobbiaco – Si riprende il leader della classifica Martin Johnsrud Sundby e rialza le sue quotazioni per la vittoria finale del Tour de Ski, anche se la vittoria di giornata è di un altro norvegese, Finn Haagen Krogh, che con un finale in perfetto stile sprinter mette a segno il miglior tempo nella 10 km skating di Dobbiaco. Krogh precede proprio Sundby per 3″6 e l’ottimo francese Maurice Magnificat, staccato di 14″6, davanti al russo Sergei Ustiugov. Petter Northug, secondo nella classifica del Tour, prova a recuperare terreno sperando in un secondo cedimento di Sundby, che aveva già avuto un passo falso ad Oberstdorf. Ma oggi il norvegese leader anche della classifica assoluta di Coppa non cede e Northug alla fine è solo 15/o e accumula altro ritardo, salito a 1’28″1.de fabiani

Per l’Italia c’è la buona prova di Francesco De Fabiani, che ha un po’ sofferto alla distanza, e ha chiuso al 22/o posto di giornata. Il valdostano mantiene comunque l’11/o posto nella classifica del Tour a 4’13″5 da Sundby. Buona prima parte di gara anche per Dietmar Noeckler e Roland Clara, anche loro però in flessione quando i motori dei più forti si sono accesi al massimo regime. Alla conclusione sono tutti fuori dai punti, ma preparano il riscatto nel gran finale in Val di Fiemme.

Ordine d’arrivo 10 km F Dobbiaco Tour de Ski:
1 KROGH Finn Haagen 1990 NOR 22:07.8
2 SUNDBY Martin Johnsrud 1984 NOR 22:11.4 +3.6
3 MANIFICAT Maurice 1986 FRA 22:22.4 +14.6
4 USTIUGOV Sergey 1992 RUS 22:23.8 +16.0
5 HOLUND Hans Christer 1989 NOR 22:25.8 +18.0
6 BELOV Evgeniy 1990 RUS 22:27.0 +19.2
7 COLOGNA Dario 1986 SUI 22:30.1 +22.3
8 IVERSEN Emil 1991 NOR 22:30.9 +23.1
9 VOLZHENTSEV Stanislav 1985 RUS 22:36.8 +29.0
10 BESSMERTNYKH Alexander 1986 RUS 22:39.1 +31.3
11 KATZ Andreas 1988 GER 22:40.0 +32.2 19.40
11 DOBLER Jonas 1991 GER 22:40.0 +32.2 19.40
13 POLTORANIN Alexey 1987 KAZ 22:41.3 +33.5
14 LEGKOV Alexander 1983 RUS 22:42.2 +34.4
15 NORTHUG Petter Jr. 1986 NOR 22:42.3 +34.5
16 TOENSETH Didrik 1991 NOR 22:43.9 +36.1
17 ROETHE Sjur 1988 NOR 22:47.9 +40.1
18 VYLEGZHANIN Maxim 1982 RUS 22:49.4 +41.6
19 HOFFMAN Noah 1989 USA 22:50.3 +42.5
20 MUSGRAVE Andrew 1990 GBR 22:53.5 +45.7
21 JAKS Martin 1986 CZE 22:54.9 +47.1
22 DE FABIANI Francesco 1993 ITA 22:55.7 +47.9
23 LARKOV Andrey 1989 RUS 22:55.9 +48.1
24 BING Thomas 1990 GER 22:56.2 +48.4
25 HEIKKINEN Matti 1983 FIN 22:58.6 +50.8
26 GAILLARD Jean Marc 1980 FRA 22:59.8 +52.0
27 BURMAN Jens 1994 SWE 23:03.7 +55.9
28 QUICKLUND Carl 1992 SWE 23:04.0 +56.2
29 BACKSCHEIDER Adrien 1992 FRA 23:04.3 +56.5
30 LIVERS Toni 1983 SUI 23:06.7 +58.9

33 NOECKLER Dietmar 1988 ITA 23:10.6 +1:02.8
38 SALVADORI Giandomenico 1992 ITA 23:16.2 +1:08.4
45 CLARA Roland 1982 ITA 23:28.6 +1:20.8
59 PELLEGRIN Mattia 1989 ITA 24:41.1 +2:33.3

Classifica Tour de Ski (6 stage su 8):
1 SUNDBY Martin Johnsrud NOR 2h37’18″0
2 NORTHUG Petter Jr. NOR +1’28″1
3 USTIUGOV Sergey RUS +1’31″8
4 KROGH Finn Haagen NOR +2’07″5
5 POLTORANIN Alexey KAZ +2’11″4
6 TOENSETH Didrik NOR +2’16″9
7 COLOGNA Dario SUI +2’49″4
8 ROETHE Sjur NOR +2’56″8
9 IVERSEN Emil NOR +4’02″3
10 HOLUND Hans Christer NOR +4’08″7
11 DE FABIANI Francesco ITA +4’13″5
12 LEGKOV Alexander RUS +4’14″4
13 KATZ Andreas GER +4’19″3
14 DYRHAUG Niklas NOR +4’33″9
15 HARVEY Alex CAN +4’36″6

5 KM DI DOBBIACO
La sorpresa che non ti aspetti arriva nella 5 km skating di Dobbiaco che rimarrà nella memoria dell’americana Jessica Diggins, che proprio sulle nevi altoatesine conquista la prima vittoria in carriera in Coppa del Mondo. La Diggins mette in riga la super-squadra norvegese, capeggiata da Heidi Weng, seconda per 9 decimi dietro all’americana. Quindi Ingvild Flugstad Oestberg a 1″5, Ragnhild Haga a 8″4 e quinta una Therese Johaug non in giornata eccelsa.
Molto buona la gara di Virginia De Martin Topranin, in una tecnica che non è la sua preferita, la veneta riesce ad esprimere un buon ritmo e si piazza al 20/o posto, migliore delle azzurre, con 35″7 di ritardo dalla Diggins. Bene anche Lucia Scardoni, a punti con il 29/o tempo, mentre sono rispettivamente 34/a e 35/a Ilaria Debertolis e Debora Agreiter.

Copn il terzo posto di oggi, Oestberg mantiene la leadership nella classifica del Tour de Ski e precede Therese Johaug per 25″3: un piccolo tesoretto da difendere in vista delle ultime due difficili tappe in Val di Fiemme. per l’Italia la migliore è sempre De Martin con il 17/o posto a 8 minuti e mezzo.

Ordine d’arrivo 5 km F Dobbiaco Tour de Ski:
1 DIGGINS Jessica 1991 USA 13:15.5
2 WENG Heidi 1991 NOR 13:16.4 +0.9
3 OESTBERG Ingvild Flugstad 1990 NOR 13:17.0 +1.5
4 HAGA Ragnhild 1991 NOR 13:23.9 +8.4
5 JOHAUG Therese 1988 NOR 13:25.1 +9.6
6 NISKANEN Kerttu 1988 FIN 13:27.0 +11.5
7 KALLA Charlotte 1987 SWE 13:27.8 +12.3
8 HERRMANN Denise 1988 GER 13:31.2 +15.7
9 BOEHLER Stefanie 1981 GER 13:36.0 +20.5
10 STADLOBER Teresa 1993 AUT 13:37.7 +22.2
11 INGEMARSDOTTER Ida 1985 SWE 13:39.2 +23.7
12 PARMAKOSKI Krista 1990 FIN 13:39.6 +24.1
13 BJORNSEN Sadie 1989 USA 13:41.2 +25.7
14 CEBASEK Alenka 1989 SLO 13:42.0 +26.5
15 KYLLOENEN Anne 1987 FIN 13:43.5 +28.0
16 RYDQVIST Maria 1983 SWE 13:46.8 +31.3
17 SETTLIN Evelina 1992 SWE 13:48.2 +32.7
18 KOWALCZYK Justyna 1983 POL 13:49.5 +34.0
19 RINGWALD Sandra 1990 GER 13:49.7 +34.2
20 DE MARTIN TOPRANIN Virginia 1987 ITA 13:51.2 +35.7
21 SLIND Kari Oeyre 1991 NOR 13:52.0 +36.5
22 DOTSENKO Anastasia 1986 RUS 13:54.3 +38.8
23 FAIVRE PICON Anouk 1986 FRA 13:54.9 +39.4
24 STOROZHILOVA Daria 1993 RUS 13:55.0 +39.5
25 SIEGEL Monique 1989 GER 13:55.1 +39.6
26 STEPHEN Elizabeth 1987 USA 13:57.0 +41.5
27 EINFALT Lea 1994 SLO 13:58.7 +43.2
28 KALSINA Polina 1989 RUS 14:01.3 +45.8
29 SCARDONI Lucia 1991 ITA 14:01.6 +46.1
30 HAAG Anna 1986 SWE 14:02.2 +46.7

34 DEBERTOLIS Ilaria 1989 ITA 14:10.2 +54.7
35 AGREITER Debora 1991 ITA 14:11.3 +55.8

Classifica generale Tour de Ski (6 stage su 8):
1 OESTBERG Ingvild Flugstad NOR 1:37:49.2
2 JOHAUG Therese NOR +25.3
3 WENG Heidi NOR +2:27.5
4 KYLLOENEN Anne FIN +5:15.9
5 NISKANEN Kerttu FIN +5:29.5
6 KALLA Charlotte SWE +5:30.7
7 HAGA Ragnhild NOR +5:39.5
8 INGEMARSDOTTER Ida SWE +6:29.1
9 PARMAKOSKI Krista FIN +6:33.9
10 DIGGINS Jessica USA +6:50.2

17 DE MARTIN TOPRANIN Virginia ITA +8:29.5

DA DOMANI IN VAL DI FIEMME
Il 10° Tour de Ski entra nel vivo con il gran finale di domani e domenica sulle scintillanti nevi della Val di Fiemme, in Trentino. Il punto clou delle ultime due giornate sarà la Final Climb dell’Alpe Cermis, le pendenze che sfiorano il 30% esalteranno ancor di più le gesta degli strepitosi fondisti. Una salita che non ha eguali, una sfida conclusiva arricchita dalla cornice di pubblico che da sempre attornia l’evento. Gli atleti affronteranno questa competizione apparentemente ‘impossibile’, lungo un tracciato normalmente percorso nell’altro senso di marcia. Un’altra manifestazione più che mai ‘esclusiva’ della Val di Fiemme, l’unica location ad aver ospitato tutte le edizioni del Tour de Ski e che fino ad ora è riuscita ad organizzare ben 154 gare di Coppa del Mondo. Le piste fiemmesi sono in condizioni perfette, tutta l’area di Lago di Tesero è imbiancata, un colpo d’occhio spettacolare sia per chi assiste all’evento ‘in prima persona’, sia per chi si godrà le gare dalla tv di casa. Il comitato Nordic Ski Fiemme afferma con soddisfazione che “il Centro del Fondo di Lago di Tesero aveva piste pronte sin da Natale, uno dei pochi luoghi a poterselo permettere. Questa è una delle migliori annate per quanto riguarda le condizioni della pista”.

Una manifestazione dagli indici d’ascolto stratosferici, che ha nella Final Climb l’evento televisivo invernale più seguito in assoluto. Il programma di gare partirà domani con una Mass Start in tecnica classica a Lago di Tesero, rispettivamente di 10 km per le femmine e 15 km per i maschi, i cui risultati forniranno i distacchi che separeranno gli atleti in vista dell’ultima, suggestiva, tappa del Tour.

Domani prima gara femminile alle ore 12.30, poi alle 14.30 quella maschile. Rai Sport1 trasmetterà in diretta entrambi gli eventi, come i maggiori network mondiali e così anche Eurosport.

Domenica i 9 km in tecnica libera concluderanno il panorama di eventi agonistici della decima edizione. Fra lo Stadio del Fondo di Lago di Tesero e la Final Climb le stelle internazionali dello sci di fondo andranno a contendersi il primato assoluto della decima edizione, che vede provvisoriamente in testa Martin J.Sundby e Ingvild Flugstad Østberg, rispettivamente secondo e terza nella tappa dobbiachese. Particolarmente importante il risultato della norvegese di Gjøvik, che alimenta il proprio vantaggio sulla connazionale Therese Johaug. A Dobbiaco affermazioni personali di Finn Hågen Krogh e della statunitense Jessica Diggins.

Per il primo piazzamento azzurro si deve risalire al ventiduesimo posto di Francesco De Fabiani, il valdostano che la scorsa stagione si aggiudicò la Coppa del Mondo “under 23” di sci nordico.

“Defa” punta molto sulla sfida trentina di domani, egli tenterà d’inserirsi e di rimanere sino alla fine nel gruppo di testa, forte del terzo gradino del podio ottenuto alla Mass Start di 15 km in tecnica classica di Oberstdorf, la stessa tipologia di gara che impegnerà i fondisti domani in Val di Fiemme: “Non mi risparmierò di certo – sostiene De Fabiani –, ho come obiettivo quello di arrivare fra i primi 10. Il mio atleta preferito è Sundby, ma se non vincesse lui lo spettacolo ne guadagnerebbe. La Final Climb di primo acchito non mi sembrava così dura quando l’ho affrontata per la prima volta, invece poi mi sono portato avanti la stanchezza per settimane!”.

Un’altra allettante manifestazione sarà la “Rampa con i Campioni”, che coinvolgerà tutti i ‘temerari’ che vorranno cimentarsi con la ‘sfida delle sfide’ all’Alpe Cermis, sul medesimo tracciato che qualche ora dopo coinvolgerà i campioni. Tra gli iscritti all’evento promozionale ci saranno 155 uomini e 31 donne, 90 italiani, 13 nazioni rappresentate, 96 stranieri con in testa 50 norvegesi, 13 tedeschi e 11 svizzeri.

Lo sci di fondo è una disciplina in grado di coinvolgere ed allenare tutti i muscoli del corpo e di incantare per i luoghi incontaminati in cui si pratica. Tuttavia, “quando il gioco si fa duro”, i campioni di Coppa del Mondo sono pronti a sprigionare tutta la propria energia garantendo uno spettacolo unico a chi vi assiste. Potrebbe essere questo il leitmotiv del weekend trentino, con un finale al cardiopalma che culminerà sulla pista Olimpia III. Degustazioni culinarie con il Tour del Gusto, musica con Fiemme Folk e Fiemme Rock, spettacoli pirotecnici, fuochi d’artificio e tante altre novità condiranno la decima edizione, che tra i tanti ex campioni presenti avrà Alberto Tomba come ospite d’onore della competizione che celebra 10 anni di vita gloriosa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136