QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Torna lo Snow Night al Corvatsch, divertimento assicurato per gli appassionati di sci

venerdì, 30 gennaio 2015

Corvatsch – Torna lo Snow Night sulle piste del Corvatsch. Questa sera si terrà l’appuntamento sulla pista illuminata che dal Murtel scende fino alla stazione di partenza del Corvatsch. Apertura alla 19, chiusura all’1. La montagna che sovrasta il villaggio di Silvaplana presso St. Moritz è il Corvatsch, con 120 km di piste, 15 impianti e 10 ristoranti di montagna. L’omonima stazione in vetta si trova a quota 3303 m ed è una delle più alte delle Alpi centro-orientali. Incomparabile è la vista panoramica sui ghiacciai con il Piz Bernina alto 4049 m e sul paesaggio lacustre dell’Alta Engadina.

Numerose le opportunità offerte agli sciatori. I romantici si danno appuntamento al ristorante panoramico a quota 3.303 metri, gli amanti del buon bere alla Kuhstall, le famiglie a quello della stazione intermedia di Murtèl. Ma queste sono solo alcune delle opzioni per le diverse categorie di “sciatori-gourmet” sulle piste del Corvatsch, in Engadina, Svizzera. Una giornata sugli sci ha il suo coronamento – e noi italiani lo sappiamo bene – con il pranzo al rifugio e qui quasi ogni pista propone una tavola diversa, ognuna con qualcosa di particolare. Iniziamo dunque questo slalom gastronomico.

Tavola con vista
Si può salire la mattina, con la prima funivia, per godere del panorama con la luce tersa delle prime ore della giornata, ma la scelta più azzeccata è quella di approdare al ristorante panoramico del Corvatsch, a quota 3.303 metri, raggiungibile in funivia (e quindi ideale anche per chi non scia) a pranzo. Il menù di questo piccolo ristorante che è anche il più alto nel triangolo compreso tra Milano, Zurigo e Vienna, è molto vario con una predilezione per i piatti tipici regionali: pizzoccheri, rösti al forno, polenta taragna, ma anche tanta pasta, zuppe e dolci fatti in casa come il prelibato strudel di mele o la torta di noci engadinese. Se poi si decide di mangiare il piatto del giorno (o un piatto per un valore di 20 franchi svizzeri), la fedeltà premia e al decimo giorno ve ne aspetta uno gratis, non solo qui ma anche in altri ristoranti sulle piste dell’Alta Engadina.

Pizza & pasta
Ai bambini (e agli adulti no?) piace la pizza, spesso meglio se in un ambiente informale, come quello che si può trovare al ristorante della stazione intermedia del Corvatsch, a Murtèl. Qui, proprio nel cuore del comprensorio sciistico, c’è un grande self-service con ben 12 tipi di pizze e tre di focacce cotte nel forno a legna (il pizzaiolo è italiano…), piatti fast-food e ricco buffet di insalate. Se invece non si può proprio resistere alla pasta (peraltro spesso presente in tutti i menù dei ristoranti), allora la scelta non può che ricadere sul ristorante La Chüdera, alla stazione di monte della funivia che sale da Sils Maria a Furtschellas. Tre in uno: ristorante à la carte, self service e lounge in legno per una prima colazione o una merenda con pasticceria fresca. Quello che conta, però, è che tutta la pasta è fatta in casa e preparata ogni giorno con farina del mulino di Poschiavo… Non solo spaghetti ma anche deliziosi ravioli fatti in casa!

È qui la festa?Corvatsch Snow Nigth
Il luogo giusto per un chicken wings o un hot-dog è l’Hossa Bar, lungo la pista che scende dal Corvatsch a valle. Questa grande tenda riscaldata non poteva che essere il luogo prediletto per l’après-ski e infatti l’elenco dei concerti live e delle sessions dei dj è particolarmente ricco con appuntamenti tutti i venerdì per la Snow Night e non solo (spesso anche altri giorni, prevalentemente sabato e domenica, in orari diurni). Per essere sicuri di capitare da queste parti il giorno giusto, meglio guardare con attenzione il flyer con tutto il calendario degli eventi (http://bit.ly/1IoBL1O).

Vini e cacciagione
Altro indirizzo da segnare con attenzione è quello della Kuhstall, una autentica stalla trasformata in ritrovo gourmet. Si trova lungo la pista di discesa da Furstchellas a Sils Maria. In un ambiente rustico si possono consumare dei piatti semplici e bere un buon bicchiere scegliendo da una lista selezionata con bottiglie in arrivo dai migliori ‘cru’ non solo svizzeri ma anche italiani, francesi o tedeschi. La sera atmosfera più soffusa con menu gourmet e camminata nel bosco illuminato dalle lanterne (circa 30 minuti). Naturalmente l’offerta gastronomica del Corvatsch non finisce qui… Ci sono anche l’Ustaria Rabgiusa (specialità italiane), la Stüvetta, il rifugio Hahnensee Giand’Alva, Alpetta o l’après-ski Sonnenstübli. Passando una settimana al Corvatsch si avrà il tempo di scoprire i piaceri di tutte queste tavole!

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136