QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Snowboard, Coppa Europa a Livigno: sulle nevi di casa Bormolini vince due ori. Bene Bagozza e Hofer

domenica, 1 febbraio 2015

Livigno – La Coppa Europa di Snowboard parla italiano. La prova di apertura di Coppa Europa è tinta di azzurro: podio pieno dei ragazzi e argento delle ragazze, nella prima gara, a cui si aggiunge un due su tre maschile nella seconda. Livigno torna a ospitare una grande competizione internazionale e si candida, sotto l’egida di Cancro Primo Aiuto, a tornare nel calendario di Coppa del Mondo.

Una sola settimana per mettere in scena l’avvincente spettacolo in notturna che ha portato, dopo ben 15 anni, il grande Snowboard di nuovo sulle nevi di Livigno. Grazie alle buone condizioni meteo, alle nevicate dei giorni scorsi e, soprattutto, al lavoro senza sosta degli organizzatori e dei tanti volontari della località valtellinese, le gare che hanno aperto la Coppa Europa 2015, si sono potute svolgere al meglio, sopperendo al forzato forfait di Hochfüngen.Bormolini snowboard 1

Tanto impegno e una grande passione sono però stati ampiamente ripagati dalle ottime prestazioni degli atleti allenati da Rudi Galli, in particolare il local Maurizio Bormolini, che si è messo al collo i due ori in palio. Ma, oltre a lui, bisogna sottolineare le grandi performance di Daniele Bagozza e Hannes Hofer, che hanno completato la tripletta azzurra della prima serata, e di Luca Ponti, che nella prova del sabato è salito sul terzo gradino del podio, per un altro esaltante due su tre.

Fra le ragazze, il bel secondo posto ottenuto da Elisa Profanter completa l’ottima prestazione dei nostri atleti e fa ben sperare per il prosieguo della stagione di Coppa Europa, che si sposta ora in Turchia.

I commenti positivi di tutti gli atleti e la presenza del responsabile e del delegato FIS per lo Snowboard, che hanno assistito personalmente alle gare, hanno molto soddisfatto gli organizzatori i quali, caricati anche dalle esaltanti prestazioni degli azzurri, hanno confessato il loro sogno di riportare a Livigno la Coppa del Mondo, sicuri del fatto che, disponendo del tempo e del supporto necessari, il risultato sarebbe all’altezza di quello richiesto dal prestigioso trofeo.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136