QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sapori di primavera e prodotti tipici in piazza a Trento: ecco la mostra mercato dell’enogastronomia

mercoledì, 2 marzo 2016

Trento - Sapori di primavera, prodotti tipici italiani in piazza. Da domani a domenica 6 marzo a Trento la XII mostra mercato sull’enogastronomia italiana.
rassegna Le piazze 2016 trento

Non dovranno fare molti chilometri i trentini amanti della tradizione enogastronomica italiana: questo fine settimana torna, infatti, a Trento Sapori di Primavera. La mostra mercato, organizzata da KeepTop Fiere porta in piazza Fiera, i prodotti tipici di tutte le regioni.

Da giovedì a domenica, dunque, passare e soffermarsi in piazza sarà un’occasione per assaggiare e acquistare specialità che difficilmente si trovano a Trento, ma soprattutto per scoprire tradizioni culinarie di altre regioni.

Visitare gli stand, una trentina in tutto, sarà un autentico piacere per il gusto, ma anche per la mente. La kermesse è infatti una interessante occasione per soffermarsi con gli espositori, soddisfare curiosità sui cibi in vendita e scoprire la loro storia e il legame con la comunità da cui provengono. Scegliere non sarà facile, vista l’ampia e qualificata proposta.
Dal nord al sud della Penisola, infatti, saranno presenti i cibi più caratteristici e rappresentativi di quel prezioso patrimonio di sapori e cultura che è l’enogastronomia delle regioni italiane.

Tra le specialità presenti a Sapori di Primavera ci sono le delizie piemontesi come il raro Castelmagno, il gorgonzola di Novara, i cioccolatini cuneesi, i prodotti caseari della Lombardia, il pesto e la focaccia della Liguria, il parmigiano reggiano, la pasta artigianale, tortellini e aceto balsamico dell’Emilia Romagna. E ancora le tipicità toscane come il pecorino di Pienza, i salumi di cinghiale, il lardo di Colonnata e l’olio extravergine d’oliva, i prodotti dell’Umbria, le mortadelle e la caratteristica porchetta di Ariccia (Lazio). Direttamente dalla parte più meridionale della nostra Penisola e dalle isole arriveranno le mozzarelle di bufala campana, l’olio e le olive pugliesi, i saporiti sott’olio e i condimenti piccanti calabresi, i formaggi ragusani, il vino siciliano, il tonno ripieni di ricotta, le specialità sarde come il mirto, il pane carasau e il pecorino alle produzioni tipiche delle regioni italiane. Gli stand sono aperti da domani a domenica dalle 9 alle 20.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136