QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rovereto: raduno dei canottieri azzurri da oggi a martedì. Tra gli atleti spicca Leonardo Borsoi

domenica, 23 novembre 2014

Rovereto –   Da oggi a martedì è in programma il raduno dei canoisti azzurri e tra gli atleti spicca Leonardo Borsoi. E’ stato convocato per il raduno di canoa velocità del progetto “Talenti2020″, in programma a Rovereto, in Trentino Alto Adige. Grande soddisfazione in casa Canottieri Mestre per la chiamata del portacolori biancoverde, facente parte del gruppo dei 16 atleti selezionato in tutta Italia da Mauro Baron, direttore tecnico della FICK (Federazione Italiana Canoa e Kayak).

Oltre al veneziano Borsoi, nato a Mestre il 6 giugno 1999 ed allenato dalla coppia di tecnici federaBorsoi 1li della Canottieri Mestre Mattia Gazzato-Antonio Dal Santo, la Rappresentativa veneta – selezionata sulla base dei risultati ottenuti nelle gare del 7-8 giugno a Mantova e nei Campionati Italiani del 5-7 settembre a Milano – è completata dalla veneziana Emma Bastianini (Canottieri Francesco Querini) e dal padovano Davide Serafini (Canottieri Padova).

Il raduno prevede attività sportive, stage di allenamento, lezioni di educazione alimentare, momenti formativi/educativi e test atletici e vedrà riunirsi in Trentino i migliori atleti d’Italia della categoria Ragazzi (14-15 anni) per la quale non esiste una vera e propria squadra nazionale.

L’appuntamento trentino, oltre a rappresentare una novità assoluta nel movimento canoistico giovanile, si inserisce nel progetto nazionale «Talenti2020», avviato nel 2001 per mettere in stretta relazione tutti i soggetti coinvolti nel processo di crescita ed affermazione del talento (atleta, tecnico, genitori, scuola). In passato hanno aderito al progetto le Federazioni sportive nazionali di pallavolo (FIPAV), nuoto (FIN), atletica leggera (FIDAL), sport invernali (FISI) e sport del ghiaccio (FISG). L’obiettivo è arrivare a definire un percorso condiviso, di medio-lungo termine, che “accompagni” e supporti il giovane atleta nella sua crescita con la prospettiva di diventare “campione”.

La convocazione di Leonardo Borsoi arriva a coronamento di una stagione che ha visto il 15enne veneziano collezionare medaglie e titoli nazionali e regionali: campione regionale nel K2 5.000 metri Ragazzi, in coppia con Francesco Iannoli, a Peschiera del Garda il 16 marzo 2014; nel K4 1.000 metri Ragazzi (equipaggio Borsoi, Parolari, Bolzonella, Iannoli) ad Auronzo di Cadore il 21-22 giugno 2014; nel K2 500 metri, in coppia con Francesco Iannoli, ad Auronzo di Cadore il 21-22 giugno 2014.

Gare nazionali: primo posto nel K1 Maratona Ragazzi a San Giorgio di Nogaro il 6 aprile 2014; primo posto nel K2 Ragazzi 500 metri, in coppia con Francesco Iannoli, nella gara internazionale di Auronzo di Cadore del 5-6 luglio 2014; secondo posto nel K1 Ragazzi 1.000 metri nella gara internazionale di Auronzo di Cadore del 5-6 luglio 2014; secondo posto nel K2 Ragazzi 200 metri, in coppia con Francesco Iannoli, nella gara internazionale di Auronzo di Cadore del 5-6 luglio 2014; vicecampione d’Italia nel K2 Ragazzi 200 metri, in coppia con Francesco Iannoli, ai Campionati Italiani di Milano del 6-7 settembre 2014; terzo posto nel K2 5.000 metri Ragazzi, in coppia con Francesco Iannoli, a Castelgandolfo il 30 marzo 2014.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136