Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Riva del Garda Fierecongressi: premiate le scelte degli ultimi anni, in crescita l’attività

martedì, 4 aprile 2017

Riva del Garda – Un riferimento a livello congressuale non solo per il Trentino, ma per il Nord Italia. Riva del Garda Fierecongressi è una realtà sempre importante, in grado di catalizzare numerose manifestazioni e congressi. L’ultimo in ordine di tempo è la X Convention Nazionale di Federcongressi&eventi durante la quale si sono svolte le elezioni e rinnovate la cariche sociali dell’associazione nazionale delle imprese e dei professionisti della meeting industry. Alessandra Albarelli, responsabile Congressi di Riva del Garda Fierecongressi SpA, è stata eletta come nuovo Presidente di Federcongressi&eventi. (Nella foto da sinistra Giovanni Laezza, Alessandra Albarelli, Roberto Pellegrini).   Laezza Albarelli Pellegrini 1

Il presidente Roberto Pellegrini e il direttore Giovanni Laezza hanno indicato la strategia degli ultimi anni che hanno portato ad importanti risultati in termini di qualità dei servizi e quantità. Riva del Garda Fierecongressi è da sempre soggetto attento agli aspetti della sostenibilità, ha da tempo intrapreso un percorso di maggior qualificazione delle proprie prestazioni e servizi, ponendo ancor maggior attenzione all’ambiente ed allo sviluppo responsabile, attento quindi anche agli aspetti sociali ed al territorio. In tale ottica e nel solco di quanto sino ad ora fatto, ha deciso di attivarsi per ottenere la certificazione ISO 20121.

Questa attestazione certifica la gestione sostenibile degli eventi sia sotto il profilo ambientale, che sociale, che economico. Si tratta di una certificazione che tra le prime sarebbe ottenuta in Italia e che quindi potrebbe risultare di interesse per una vasta e variegata utenza, con ricadute positive anche per gli espositori.
Un aspetto fondamentale, nell’applicazione della norma, è riservato al coinvolgimento attivo degli stake holder, nella quale categoria rientrano anche gli espositori ed i loro allestitori. In particolare sarà loro richiesta attenzione agli aspetti ambientali e sociali e comportamenti in linea con il rispetto delle normative in materia e in sintonia con il territorio, così come avvenuto nel passato, nonchè un atteggiamento di fondo, su questi aspetti, che caratterizzi la propria organizzazione.

E’ intenzione di Riva del Garda Fierecongressi individuare delle modalità per valorizzare quanti sapranno dare testimonianza di questi atteggiamenti e faranno scelte che vadano in tale direzione, sia nella fase di preparazione che di gestione del proprio spazio durante l’evento. Tali modalità di valorizzazione (scontistica, premio/riconoscimento all’espositore più attento, posizionamento logistico, creazione di padiglione ad hoc, ecc..) potranno anche venir suggerite o stimolate dagli stessi espositori, rendendo manifeste le loro aspettative ed i loro sforzi su questi temi.

Ecco gli obiettivi che Riva del Garda Fierecongressi ha inserito nella propria politica e che risultano importanti per far meglio comprendere il percorso intrapreso.

OBIETTIVI IN AMBITO AMBIENTALE:
assicurare il rispetto della legislazione ambientale applicabile;

prevenire l’inquinamento;

migliorare costantemente le prestazioni ambientali con particolare riguardo al contenimento del consumo delle risorse e al controllo degli aspetti ambientali indiretti associati alle attività fieristiche e congressuali svolte da fornitori esterni o di responsabilità di terzi;

rendere più forti i rapporti con gli stakeholder: autorità locali, fornitori, clienti, lavoratori, partecipanti e fruitori dell’evento;

ampliare il proprio carnet fornitori e indirizzare quest’ultimi sempre più verso scelte e comportamenti sostenibili.

OBIETTIVI IN AMBITO SOCIALE:
garantire sia al personale interno sia ai lavoratori dei propri fornitori idonei standard lavorativi nonché il rispetto della salute e la sicurezza degli ambienti lavorativi;

evitare e prevenire qualsiasi tipo di discriminazione (culturale, religioso, locale) nonché garantire l’accesso e la fruizione dei propri servizi anche a soggetti vulnerabili.

Definire buone pratiche per il territorio

OBIETTIVI IN AMBITO ECONOMICO:
migliorare il proprio sistema di offerta ed ottimizzare la gestione dei servizi sotto il profilo del risultato economico
garantire un costante monitoraggio dell’impatto diretto e indiretto esercitato sul tessuto economico locale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136