QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Riva del Garda: col bike festival riapre il leggendario percorso della Val del Diaol

venerdì, 17 aprile 2015

Riva del Garda – L’appuntamento di inizio maggio è segnato in rosso sul calendario. Infatti gli appassionati che si ritroveranno a Riva del Garda per il Bike Festival (1-3 maggio) scopriranno nuovi itinerari.

L’ultima novità è la riapertura della leggendaria downhill della Val del Diaol, un tracciato di 4 chilometri e mezzo, con un dislivello di oltre 700 metri e pendenze in alcuni tratti superiori al 30 per cento, che si snoda lungo il pendio nord ovest del Monte Baldo, sul versante che guarda Nago.

Una discesa mozzafiato, adrenalina pura per gli esperti delle picchiate e del freeride. È il primo trail del Bike Park Garda Trentino Gravity, il progetto dedicato agli amanti della discesa e del freeride. Dopo mesi di lavori, la pista di Val del Diaol avrà il suo battesimo il 18 e 19 aprile con la manifestazione Welcome Season, dedicata agli amanti della velocità e delle sensazioni forti.

I volontari dell’Agba hanno rinnovato il tracciato, creando un nuovo salto e nuove sponde, migliorando alcuni tratti veloci, come quello finale sul ghiaione dove adesso si possono toccare punte di oltre 60 chilometri orari.

Inoltre è stato messo in sicurezza l’intero percorso. La pista parte dalla località Malga Casina e termina nella località Mala di Nago, sviluppandosi per il 90 per cento nel sottobosco montano. Alterna tratti veloci con fondo in terra ad altri più difficili su ripide pietraie a gradoni.

Presenti curve con mini paraboliche, appoggi naturali, cambi di pendenza che formano salti naturali, nuovi salti artificiali. Previste varianti easy dei tratti più impegnativi per consentire una discesa sicura anche ai meno esperti. Solo pochi pro rider sono riusciti ad avvicinare o abbattere il muro degli 8 minuti per completare questo tracciato.

Una vera impresa, ma il divertimento è comunque assicurato per tutti: bastano un minimo di preparazione e l’attrezzatura adatta (guanti, protezioni e casco integrale). La Val del Diaol è una sfida con se stessi, un trail già entrato nella leggenda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136