Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Riva del Garda: chiusa con successo la nona edizione di “Agriacma”

lunedì, 5 marzo 2018

Riva del Garda – Sicurezza, sostenibilità ambientale, normativa e salute i temi di questa nona edizione che si è chiusa positivamente ieri a Riva del Garda. Superato “l’esame” del cambio di data, ora lo sguardo è rivolto già alla 10° edizione in programma a marzo 2020.

Si è chiusa ieri la nona edizione di “Agriacma”, la Fiera specializzata delle macchine agricole di montagna, tenutasi presso il Quartiere Fieristico in località Baltera a Riva del Garda. L’evento, che si è svolto all’insegna della sicurezza e sostenibilità ambientale, si è chiuso su numeri sostanzialmente invariati rispetto all’edizione precedente, edizione che si era tenuta dal 28 al 30 ottobre del 2016. L’appuntamento, infatti, è biennale, e questa è la seconda volta che si tiene a Riva del Garda.

Normativa Euro 4, trattrici e motorizzazioni, mezzi antideriva, carrelli, macchine operatrici e la presenza dell’Azienda Provinciale dei Servizi Sanitari con un proprio stand per parlare di salute e sicurezza in agricoltura il “focus” principale di questa edizione che ha registrato la conferma dei “numeri” fatti registrare nel 2016, anzi. Nelle giornate di venerdì e sabato, le prime due della Fiera, le presenze sono state in considerevole aumento rispetto al passato. Si chiude con oltre seimila visitatori affluiti nei due padiglioni B1 e C1 dove era allestita per una superficie totale di oltre 10.000 metri quadri lordi.

“Sono soddisfatto di questa nona edizione – ha commentato a fine Fiera il presidente di ACMA (Associazione Commercianti Macchine Agricole) Roberto Odorizzi - che si conferma come la più attiva del settore. Avevamo qualche dubbio che il cambio data, ossia l’aver anticipato l’appuntamento da ottobre a marzo potesse in qualche modo creare difficoltà sui numeri, ma l’affluenza ha confermato presenze uguali all’edizione 2016, dunque il bilancio è certamente positivo. Il tema della sicurezza e della sostenibilità ambientale, le novità legate alla normativa Euro 4 altro non possono che far piacere alla Provincia di Trento, attiva e attenta alle esigenze del settore agricolo, settore trainante dell’intero territorio.

I trattamenti antideriva, inoltre, hanno suscitato attenzione da parte degli utilizzatori, spinti al rinnovo dei mezzi per ottemperare sì alla normativa, ma attenti anche a una sentita esigenza ambientale e sostenibile. ACMA in questo sta profondendo molte energie, posso dire dunque che i numeri di questa edizione ci confortano anche in tal senso”.

“Per noi – ha detto il presidente di Riva del Garda Fierecongressi Roberto Pellegrini - l’ospitare un evento del territorio dedicato al territorio è sinonimo d’attenzione. La nostra società è lieta di mettere a disposizione di ACMA tutto il suo Know How, logistica, personale, mezzi e quant’altro per il buon funzionamento della Fiera. Il fatto, poi, che l’aver anticipato le date dell’evento, come ha detto il presidente Odorizzi, abbia in sostanza confermato che i “numeri” siano sostanzialmente gli stessi della scorsa edizione, la prima che noi abbiamo ospitato ci fa piacere. Significa che c’è attenzione, che c’è voglia di novità nel mondo agricolo, un settore fondamentale della nostra economia. Significa che Riva del Garda Fierecongressi è attenta alle esigenze di chiunque nel Trentino cerchi il nostro supporto per i propri eventi”.

Agriacma ha registrato un aumento delle registrazioni online, segno dei tempi che cambiano anche nel mondo dell’agricoltura, mentre il servizio realizzato dalla redazione regionale della Rai nella giornata di sabato, momento in cui c’è stata l’inaugurazione, ha totalizzato a domenica pomeriggio circa duemilacinquecento visualizzazioni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136